giovedì 28 giugno 2012

Yakubu made in China

Sembrava dovesse rimanere in Inghilterra, ma alla fine hanno vinto il fascino (e i soldi) del campionato cinese. 
Il club Guangzhou R&F (da non confondere con l'altra squadra di Canton, il Guangzhou Evergrande allenato da Marcello Lippi) per le prossime tre stagioni si è assicurata le prestazioni calcistiche di Yakubu per circa 1,5 milioni di euro.
L'ex attaccante del Blackburn ha ringraziato tifosi e società ed ha firmato un nuovo contratto la cui entità dovrebbe aggirarsi sui 6 milioni di euro a stagione. 
La maglia scelta dovrebbe essere la n. 25, la stessa che tanto gli ha portato bene (in termini di gol) nella stagione appena conclusa.

sabato 23 giugno 2012

Mercato: i colpi di fine giugno



Con gli Europei in pieno svolgimento sono pochi i movimenti di mercato importanti che gli operatori del settore stanno chiudendo. Tuttavia, approfittando del momento di relativa calma, alcuni club si muovono sotto traccia cercando di chiudere qualche colpo "minore" che vede coinvolto anche qualche giocatore nigeriano.
Continua l'incertezza ad esempio sul futuro di Yobo. Il capitano delle Super Eagles, che ha disputato le ultime due stagioni nel Fenerbahce, è di proprietà dell'Everton ed ora i due club stanno cercare una soluzione che accontenti entrambi. Per ora tra domanda e offerta c'è ancora un milione di euro circa di differenza e non è escluso che a breve la trattativa possa sbloccarsi.
È invece ufficiale il passaggio di Austin Ejide dall'Hapoel Petah Tikva all'Hapoel Be'er Sheva. Il portiere della nazionale nigeriana ha firmato un contratto biennale e rimane quindi nel campionato israeliano nonostante alcune sirene europee.
Sicuramente meno di grido, ma altrettanto ufficiale, la notizia dell'acquisto da parte dell'Olympiakos Nicosia del centrocampista Samson Joseph. 29 anni, nato a Lagos, ha trascorso la maggior parte della sua carriera in Portogallo tra Sporting Braga, FC Felgueiras, Navale, Rio Ave e Sporting Covilhã.
Rinnova il suo contratto con l'Inter per altri due anni la neo Super Eagle, Obiora Nwankwo, ma per farsi ulteriormente le ossa, dopo metà stagione passata al Gubbio, è stato spedito al Padova sulla cui panchina ritroverà Fulvio Pea che lo lanciò nelle giovanili dell'Inter.
Chiudiamo con il trasferimento del difensore Michael Odibe dall'Arsenal Kiev al Dnipro di Dnipropetrovsk club che milita anch'esso nella Prem'er-Liha ucraina e che prenderà parte alla prossima Europa League.


lunedì 18 giugno 2012

CAF 2013 - La Nigeria finisce nell'urna A


Come già detto più volte su queste pagine, l'edizione 2013 della Coppa d'Africa sarà sicuramente storica: sarà infatti la prima ad essere disputata ad un solo anno di distanza dall'edizione precedente e per questo motivo i dirigenti della Caf si sono dovuti inventare un meccanismo equo, snello e veloce per gestire la fase di qualificazione, alla quale parteciperanno 16 nazioni. Scartata per questioni di tempo la tradizionale fase a gironi, si è deciso di procedere con diversi scontri ad eliminazione diretta.

1) Le quattro squadre con il peggior piazzamento Fifa si sono dovute affrontare in una fase preliminare.
2) Le due vincenti si sono aggiunte alle 26 nazioni che non hanno preso parte all'edizione 2012 della Coppa d'Africa
3) Le 14 vincitrici si sono aggiunte alle 16 partecipanti della Coppa d'Africa 2012
4) Le 15 vincitrice si aggiungeranno al Sud Africa (paese ospitante) e prenderanno parte alla Coppa d'Africa 2013.


Dopo la vittoria nella doppia sfida con il Ruanda, la Nigeria si trova ora tra le fase 3) e 4) ed è quindi in attesa di conoscere il suo avversario. Il sorteggio avverrà ad inizio luglio e onde evitare sfide tra nazioni "big" si è deciso di stilare una graduatoria e di dividere le 30 nazioni in due blocchi. I criteri utilizzati sono stati i piazzamenti nelle ultime 3 edizioni della Coppa d'Africa e sono stati assegnati dei punti in base a:


1) Vittoria (7 punti)
2) Finalista (5 punti)
3) Semifinalista (3 punti)
4) Quarto di finale (2 punti)
5) Eliminazione al primo turno (1 punto)


La classifica ha visto quindi la Nigeria finire nel gruppo A grazie agli 8 punti maturati (lo Zambia, prima, ne ha 26) ed in attesa di conoscere i verdetti dell'urna sa che il suo avversario sarà una di queste nazioni:

Senegal
Libia
Niger
Botswana
Malawi
Mozambico
Togo
Capo Verde
Repubblica Centro Africana
Repubblica Democratica del Congo
Etiopia
Liberia
Sierra Leone
Uganda
Zimbabwe

Ovviamente tutti si augurano di non incontrare il Senegal e le cosiddette nazioni emergenti come Etiopia, Libia e Malawi.

sabato 16 giugno 2012

CAF 2013: Nigeria-Ruanda 2-0

Procede a gonfie vele la marcia di avvicinamento della Nigeria alla Coppa d'Africa 2013: dopo il sofferto pareggio 0-0 in Ruanda di febbraio, le Super Eagles ancora di scena a Calabar, hanno avuto la meglio sulle Vespe, qualificandosi per l'ultima fase di spareggi per determinare le 16 squadre che prenderanno alla prossima competizione continentale che si disputerà ad un solo anno di distanza dalla precedente edizione per venire incontro alle esigenze di calendario della Fifa ed evitare pericolosi incroci con i Mondiali.
Le cose per il tecnico Keshi si sono messe subito a posto dopo pochi minuti grazie alla rete del solito Ike Uche abile ad insaccare un pallone vagante dopo un colpo di testa di Azubuike Egwuekwe su calcio d'angolo di Musa.
Dopo una sporadica occasione ruandese sventata da Enyeama (anche in questa occasione capitano, dato il perdurare dell'infortunio di Yobo). Il colpo del ko è arrivato ad inizio ripresa grazie ad una rapida azione di contropiede iniziata da un rilancio lungo di Efe Ambrose e conclusa al volo da Musa dopo un pregevole assist di petto dell'attaccante dell'Enyimba Kalu Uche.
Nei minuti finali la Nigeria ha avuto più volte l'occasione di mettere a segno il 3-0 ma per i validi avversari del Ruanda sarebbe stata una punizione iniqua.

NIGERIA: Vincent Enyeama – Godfrey Oboabona, Elderson Echiejile, Efe Ambrose, Azubuike Egwuekwe – Gabriel Reuben, Obiora Nwankwo, Ahmed Musa – Ejike Uzoenyi, Uche Kalu, Ike Uche.

RUANDA: Claude Ndori – Niyonzima Haruna, Gassana Eric, Nirisarike Salomon, Iranzi Jean Claude, Twagi Izimana Fabrice, Godfroid Steven, Kagere Meddie, Birori Dady, Mugiraneza Jean Baptiste, Ntamuhanga Tumaine.


9' I.Uche, 59' Musa



lunedì 11 giugno 2012

Obodo racconta la sua versione


Passata la paura, Christian Obodo ha raccontato la sua incredibile avventura ai microfoni di Sky Sport.
Il calciatore ha raccontato di essere stato rapito alle 8.30 di mattina nei pressi della chiesa dove era solito recarsi, di essere stato incappucciato e di essere portato in una zona boschiva a tre ore circa di distanza da Warri. Dopo l'arresto di tre componenti della banda incaricati di andare a recuperare il riscatto, l'ex giocatore di Udinese e Perugia ha dichiarato di essere riuscito a scappare dopo aver spinto un altro membro della banda.
Si conferma così l'ipotesi secondo la quale non sarebbe stata pagata alcuna cifra da parte della famiglia e dell'arresto del manipolo di persone che hanno organizzato il rapimento. Stando a quanto dichiarato dallo stesso Obodo, il tutto sarebbe nato da un'imbeccata di una persona a lui vicina e alla quale spesso aveva offerto aiuti economici.

domenica 10 giugno 2012

Rilasciato Obodo


È durata solo 24 ore la paura per le sorti di Christian Obodo. Il calciatore nigeriano che ha militato nell'ultima stagione nel Lecce è stato liberato ma, come spesso capita in queste occasioni, non si riesce a fare chiarezza sulle dinamiche del suo rilascio: stando alle informazioni giunte ai principali giornali e siti italiani, ci sarebbe stato un blitz congiunto di forze dell'ordine ed esercito, mentre secondo quanto riportato da Sky Sport tramite il suo procuratore, la famiglia avrebbe pagato il riscatto richiesto alla famiglia di circa 150 mila euro.
Quello che conta alla fine è che Obodo stia bene e che si trovi in compagnia del sindaco di Warri in attesa di rientrare in Italia.



sabato 9 giugno 2012

Rapito Obodo!

Mentre la Nigeria si accingeva a portare a casa il pareggio con il Malawi, si è sparsa la notizia del clamoroso rapimento del calciatore Christian Obodo nella sua città natale Warri. Il calciatore di proprietà dell'Udinese sarebbe stato prelevato da alcune persone mentre si stava recando in chiesa a bordo della sua sfarzosa auto targata "Obodo 5" (giusto per non dare nell'occhio).
Stando alle prime confuse voci che arrivano dal cognato Obidike Okechykwu, sarebbe anche arrivata alla famiglia del giocatore una richiesta di riscatto di 150 mila euro. Cercato al telefono, il fratello Kenneth anch'egli giocatore (in procinto di passare al Benevento dopo una stagione al Pisa) si è dimostrato tranquillo e fiducioso sull'esito della vicenda.

Qualificazioni WC 2014: Malawi - Nigeria 1-1

Una distrazione finale del portiere Enyeama ha impedito alla Nigeria di portare a casa i tre punti nella seconda gara di qualificazione per i Mondiali 2014.
Pochi minuti prima le Super Eagles si erano portate in vantaggio pochi minuti prima con un colpo di testa del centrocampista Gabriel Reuben su calcio di posizione all'altezza del calcio d'angolo.
La gara ha visto un avvio scoppiettante dei padroni di casa trascinati dal calore del folto pubblico giunto al Kamuzu Stadium ma pian piano la Nigeria ha preso il controllo del gioco rendendosi più volte pericolosa dalle parti della porta difesa da Simplex Nthara, autore di pregevoli interventi su altrettante conclusioni di Ike Uche.
Con questo pareggio, la Nigeria si conferma al primo posto nel proprio girone grazie alla vittoria della Namibia sul Kenia, ma si morde le dita per sprecato una ghiotta occasione per distaccare ulteriormente i diretti inseguitori

MALAWI: Simplex Nthala, Moses Chavula, Foster Namwera, James Sangala, Limbikani Mzava, Joseph Kamwendo, Chimango Kayira, Davie Banda, Robin Ngalande, Atusaye Nyondo, Russell Mwafulirwa. All. Phiri. A disp. Amadu Ali, John Banda, Chiukepo Msowoya, Pilirani Makupe, Zicco Mkanda, Franck Banda, Robert Ngambi, Ndaziona Chatsalira, Harry Nyirenda, Peter Pindani, Steve Chagoma.

NIGERIA: Vincent Enyeama, Godfrey Oboabona, Ruben Gabriel, Efe Ambrose, Azubuike Egwuekwe, John Utaka, Obiora Nwankwo, Victor Moses, Ikechukwu Uche, Juwon Oshaniwa, Christantus Uzoenyi. All. Keshi. A disp. Uwa Echiejile, Sunday Mba, Idris Papa, Omatsone Aluko, Soriola Gege, Elide Amachukwu, Harry Ifeanyi, Stephen Nwachukwu, Raheem Lawal, Chgozie Agbim.


Rajindraparsad  Seechurn (MRI)
89' Reuben, 93' Banda
Chavula, Ambrose



mercoledì 6 giugno 2012

Ranking Fifa giugno 2012




Piccola boccata d'ossigeno per la Nigeria che nella classifica mondiale per nazioni redatta dalla Fifa, guadagna 3 posizioni tornando ad occupare il numero 60, così come nel mese di aprile.
Rimane saldamente al comando della zona africana la Costa d'Avorio (16a), seguita da Ghana (25) e dalla sorprendente Algeria capace di guadagnare per 6 posizioni.
Ottimi exploit anche per Tunisia (46 a +10 rispetto a maggio), Egitto (48 +9) e soprattutto Senegal che risale dal 77o al 63o posto in classifica


domenica 3 giugno 2012

Qualificazioni WC 2014: Nigeria - Namibia 1-0


Debutto vincente (e sofferto) della Nigeria nella prima gara di qualificazione per i Mondiali 2014 contro la modesta Namibia.
Ma più che per la vittoria maturata a dieci minuti dal termine grazie ad una rete del giocatore del Granada Ike Uche, l'incontro verrà ricordato per il clima surreale nel quale si è giocato con le notizie che arrivavano sul terribile incidente aereo di Lagos che ha causato oltre 150 morti.

Prima dell'inizio della gara, le Super Eagles hanno voluto onorare la memoria dell'icona calcistica Rasheed Yekini, recentemente scomparsa, indossando una speciale maglia.

Aldilà del risultato positivo, il coach Keshi ha potuto verificare coi suoi occhi il buon momento di forma di Utaka, vera spina nel fianco avversario, cui è stato annullata una rete.

Il prossimo appuntamento per la Nigeria è per il 9 giugno quando affronteranno il Malawi nel secondo incontro di qualificazione.

NIGERIA: Enyeama, Oboabona, Gabriel, Ambrose, Egwuekwe, Utaka (60' Musa), Nwankwo (68' Henry), Moses (79' K.Uche), I.Uche, Oshaniwa, Uzoenyi. All. Keshi. A disp. Echiejile, Mba, Papa, Aluko, Gege, Ejide, Nwachuckwu, Ogude, Agbim.
NAMIBIA: Vries, Haoseb, Mwedihanga, Da Costa, Horaeb, Isaaks, Stephanus (75' Somaeb), Shipahu, Katjijere, Kamuhanga (90' Shilongo),  Shitembi (85' Urikhob). All. Kaanjuka. A disp. Subeb, Sabatha, Louis, Bester, Tjihonge.

Abdel (SDN)
80' I.Uche
Oboabona, Horaeb, Ambrose, Da Costa


sabato 2 giugno 2012

Odu ko salta la gara la Namibia

Brutta tegola per la nazionale nigeriana: a pochi giorni dalla prima gara di qualificazione ai Mondiali 2014 contro la Namibia, il giocatore Nnambi Oduamadi, per tutti Odu, durante l'ultimo allenamento ha riportato un infortunio al fianco che gli impedirà di scendere in campo a Calabar.
La veloce ala del Torino che tanto aveva impressionato nell'amichevole contro il Perù ha saltato la rifinitura di stamattina e non si sa neanche se sarà in grado di recuperare in vista del successivo incontro con il Malawi.