mercoledì 30 gennaio 2013

Coppa d'Africa GIRONE D: il Togo raggiunge i quarti

Non sarà forse la migliore delle Coppe d'Africa viste finora, ma sicuramente non sono mancate le emozioni.
Nel girone D, con il Costa d'Avorio già qualificato e primo in classifica, rimaneva da stabilire chi tra Togo e Tunisia avrebbe affrontato il Burkina Faso ai quarti di finale.
Pronti e via e dopo neanche un quarto d'ora ed Adebayor metteva Gakpe davanti al portiere. L'attaccante dello Stardard Liegi, sul filo del fuorigioco, ringraziava e portava in vantaggio la propria squadra. Al 30' è arrivato il pareggio della Tunisia, su calcio di rigore concesso per un (dubbio) fallo su Hicheri e realizzato da Khaled Mouelhi.
Da qui in avanti era più che altro l'arbitro sudafricano Daniel Bennett ad ergersi protagonista negando prima un altro calcio di rigore alla Tunisia apparso netto a tutti e poi, per par condicio, anche uno al Togo, salvo poi decretarne uno a favore de
Dopo una clamorosa traversa colpita da Adebayor, al 78' la Tunisia aveva l'enorme possibilità di portarsi in vantaggio quando veniva fischiato un penalty per un fallo su Khelifa. Dal dischetto si presentava nuovamente Mouelhi, ma questa volta il tiro finiva sul palo, consegnando a Les Eperviers il passaggio ai quarti di finale.

Nella seconda partita del girone, pareggio 2-2 tra Algeria e Costa d'Avorio. Gara dai ritmi decisamente blandi con l'Algeria chiamata a salvare quanto meno l'onore dopo la prematura eliminazione. Come nell'altra gara anche qui sono stati assegnati due calci di rigore: uno sbagliato da Boudebouz e uno realizzato da Feghouli al 64' a pochi minuti dal suo ingresso in campo. L'Algeria si portava sul 2-0 con Soudani, ma veniva raggiunta nel finale prima con Drogba con un poderoso colpo di testa e successivamente con Bouny.





martedì 29 gennaio 2013

EuroEagles #32

Continua, seppur a singhiozzo, il cammino della Nigeria nella Coppa d'Africa e parallelamente continuano i gol delle altre Aquile che continuano a giocare nei principali campionati europei.
Iniziamo dalla Francia, con la seconda rete consecutiva per John Utaka: l'esterno del Montpellier ha realizzato il 2-0 con il quale i campioni in carica hanno battuto il Sochaux.
Trasferiamoci in Grecia con la sesta rete stagionale di Benjamin Onwuachi: suo il gol vittoria in Paok-Xanthi.
Continua lo splendido momento di forma di Osariemen Ebagua. L'ex attaccante del Torino ha segnato la rete del momentaneo pareggio ma non è tuttavia riuscito ad impedire al suo Varese di perdere in casa con il Virtus Lanciano.
Trasferiamoci ora in Olanda con la sonora sconfitta interna del VVV per mano dell'AZ. Di Uche Nwofor l'unica rete dei padroni di casa.
Nel campionato turco, sempre più ricco di giocatori nigeriani, un altro Uche, questa volta Kalu, ha contribuito alla vittoria del Kasimpasa segnando l'ultima delle tre reti con le quali il suo club si è sbarazzato del Karabükspor.
Chiudiamo infine con l'Inghilterra: fermi i campionati è stato il turno della FA Cup. Nel quarto turno, vittoria in rimonta del Millwall contro il più quotato Aston Villa. Di Danny Shittu la rete del pareggio, a testimonianza del fatto che forse non ha avuto tutti i torti a rifiutare la convocazione in Coppa d'Africa.




Coppa d'Africa GIRONE C: Burkina Faso-Zambia 0-0

I campioni in carica dello Zambia non riescono ad andare oltre lo 0-0 contro il Brukina Faso e salutano anzitempo la Coppa d'Africa.
Come facilmente prevedibile il copione della gara ha visto la Zambia gettarsi in avanti alla ricerca della vittoria che le avrebbe garantito la qualificazione automatica, senza aspettarsi regali da parte dell'Etiopia. Ma a dire il vero, il portiere Dauda Diakite è stato impegnato seriamente solo al 17' del primo tempo quando si è trovato letteralmente tra le mani un pallone calciato da Mbesuma. Dopo la clamorosa occasione da gol mancata, lo Zambia ha prodotto per tutto il resto della partita pericoli solo su calcio d'angolo e su calcio piazzato ma la difesa burkinabè ha saputo sempre respingere gli assalti avversari.
Complice la miglior differenza reti, il Burkina Faso non solo riesce a raggiungere una storica qualificazione ai quarti di finale, ma riesce a chiudere in vetta il girone C, evitando quindi la proibitiva sfida con la Costa d'Avorio. Unica nota negativa, l'infortunio al ginocchio che ha costretto Alain Traoré ad uscire dal campo e che ne mette a serio rischio il prosieguo nella competizione



Coppa d'Africa GIRONE C: Etiopia-Nigeria 0-2

Quando i principali giornali sportivi nigeriani stavano già preparando i coccodrilli per l'eliminazione e per l'inevitabile esonero di Keshi, ci ha pensato Victor Moses a scompaginare le rotative.
Due rigori realizzati all'80 e al 90' hanno messo fine alle paure delle Super Eagles, che già nelle precedenti due gare avevano incassato altrettanti beffardi pareggi.
La Nigeria ha certamente meritato la vittoria ma ha dovuto soffrire più del dovuto anche a causa di un gioco parso a tratti lento e prevedibile. Moses è stato senza dubbio il protagonista assoluto della gara: sue le principali azioni offensive nigeriane e sue le incursioni in area di rigore etiope che hanno provocato entrambi i (sacrosanti) calci di rigore.
Ora l'attenzione si sposta al prossimo atteso incontro, il quarto di finale contro i super-favoriti Elefanti della Costa d'Avorio. Mancherà Ogure squalificato, mentre rimane da capire ancora lo stato di salute di Yobo ancora alle prese con un infortunio alla caviglia, ma entrato in campo nei minuti finali al posto di Mikel.


ZAMBIA: S. Bancha, Alula Girma, A. Butako, D. Debebe, B. Elyas, Y. Saleh (68' B. Bogale), A. Hintsa, D. Estifanos (46' M. Teshome), U. Ukuri (46' F. Ibrahim), S. Said, G. Kebedeù. A disp. Y. Zinabu, A. Hailu, S. Tesfaye, S. Bekele, B. Assefa, J. Tassew, Z. Tadele. All. Bishaw

NIGERIA: V. Enyeama , U. Echiejile, E. Ambrose, K. Omeruo, G. Oboabona, J. Obi Mikel (92' J. Yobo), V. Moses, F. Ogude, S. Mba, I. Uche (65' A. Musa), E. Emenike (75'B. Ideye). A disp. N. Obiora, A. Egwueke, R. Gabriel, A. Ejide, O. Onazi, E. Uzoenyi, N. Igiebor, J. Oshaniwa, C. Agbim. All. Keshi

Arbitro: B. El Ahrach (MOR)
Marcatori: 80', 90' V. Moses (NGA)
Ammoniti: S. Bancha, Alula Girma, D. Debebe, B. Elyas (ETH), F. Ogude, S. Mba (NGA)
Espulsi:  S. Bancha (ETH)




Nigeria-Etiopia: le ultime dai campi

A poche ore dal calcio di inizio di Nigeria-Etiopia, cominciano ad arrivare le prime indiscrezioni sulla formazione che dovrebbe scendere in campo.
Il tecnico Keshi dovrebbe riproporre Efe Ambrose come terzino destro dopo la squalifica, e Yobo non pare aver ancora recuperato dall'infortunio che gli ha fatto saltare la sfida contro lo Zambia.
A centrocampo ci dovrebbe essere il debutto per Mba preverito a Nosa, mentre in attacco Ahmed Musa dovrebbe lasciar spazio a Uche.
Il modulo potrebbe essere il solito 4-3-3 ma potrebbe mutarsi in un 4-4-2 con Moses spostato leggermente più indietro.

lunedì 28 gennaio 2013

Coppa d'Africa GIRONE B: tutto secondo pronostico, avanti Ghana e Mali

Dopo le emozioni del girone A, pronostici della vigilia rispettati nel girone B.
Il Ghana liquida senza troppi patemi la pratica Niger con le reti di Gyan e di Atsu nel primo tempo e di Boye nella ripresa. Le Black Stars se la dovranno vedere ora contro il sorprendente Capo Verde in un quarto di finale tutt'altro che scontato.
Nell'altra partita del girone, il Congo non riesce ad andare oltre il pari contro il Mali ed è costretto ad abbandonare anzitempo la competizione a discapito proprio de Les Aquiles: alla rete iniziale congolese di Mbokani su rigore (con conseguente esultanza saltellante del portiere Kidiaba) ha risposto poco dopo Samassa. Nella ripresa, occasioni da gol per entrambe le squadre ma il risultato rimaneva inchiodato sull'1-1.





domenica 27 gennaio 2013

Coppa d'Africa GIRONE A: Sudafrica e Capo Verde ai quarti di finale

Gol, emozioni e sofferenza: questo è in sintesi quello che si è visto nelle ultime gare del girone A.
La situazione iniziale vedeva i padroni di casa in testa al girone con 4 punti seguiti dal sorprendente Capo Verde e dal Marocco a 2 con l'Angola ancora in corso anche se solo ad un punto.
Il Sudafrica si è trovato sotto per due volte contro i volenterosi marocchini e solo all'86' sono riusciti a trovare la rete del 2-2 finale grazie Sangweni. I Leoni dell'Atlante si erano infatti portati in vantaggio al 10' con El Adoua e avevano risposto al pareggio di Mahlangu con Hafidi. A 4 minuti dal termine però è arrivata la doccia gelata che li rimanda prematuramente a casa.
Ad alto rischio infarto anche la seconda gara con Capo Verde,  allenata da Lucio Antunes (il cosiddetto "amico di Mourinho") capace di ribaltare l'iniziale vantaggio angolano (autogol di Nando) nel giro di 10 minuti , dall'81' con Fernando Varela dopo un rocambolesco batti e ribatti sulla linea di porta avversaria e al 90'  con Heldon.





sabato 26 gennaio 2013

Coppa d'Africa GIRONE D: Algeria-Togo 0-2

I primi verdetti della Coppa d'Africa 2013 arrivano dal girone D: dopo la vittoria per 2-0 del Togo sull'Algeria, quest'ultima diventa la prima squadra eliminata matematicamente dalla competizione, così come la Costa d'Avorio è la prima nazione a qualificarsi per i quarti di finale.
Come nella gara d'esordio contro la Tunisia, l'Algeria ha fatto la partita ma non è riuscita a concretizzare la mole di gioco prodotta. Anzi al 32' era Adebayor a punire la retroguardia avversaria sfruttando al meglio un assist di Moustapha Salifou.
Nella ripresa le Volpi del deserto si portavano inevitabilmente in avanti scontrandosi però contro l'invalicabile muro difensivo togolese ben diretto da Kossi Agassa e nel finale su azione di contropiede trovava il raddoppio con Womé.



Coppa d'Africa GIRONE D: Costa d'Avorio-Tunisia 3-0

Se nella gara d'esordio contro il Togo, non aveva affatto convinto, dopo la roboante vittoria per 3-0 contro la Tunisia, la Costa d'Avorio ha pienamente dimostrato di essere la candidata numero 1 alla vittoria finale.
Il tecnico Lamouchi per questa gara mischiava un po' le carte lasciando in panchina sia Kolo Toure sia soprattutto il criticatissimo Drogba con Zokora ad ereditare la pesante fascia di capitano.
Dopo un paio di incursioni nell'area avversaria, gli Elefanti si sono portati in vantaggio grazie ad una spettacolare azione iniziata da Gervinho e conclusa dallo stesso attaccante dopo un elegante assist di tacco di Lacina Traore.
Le due squadre andavano all'intervallo sull'1-0 e nella ripresa la Tunisia pur esercitando uno sterile predominio non riuscivano a rendersi pericolosi se non con conclusioni dalla distanza. Nel finale di gara, Yaya Toure e Ya Konan fissavano il risultato sul 3-0.



venerdì 25 gennaio 2013

Coppa d'Africa GIRONE C: Burkina Faso-Etiopia 4-0

Il Burkina Faso mette una serie ipoteca sul passaggio ai quarti di finale della Coppa d'Africa 2013 schiantando per 4-0 l'Etiopia.
Non sappiamo se le Antilopi Walyas abbiano risentito della fatica patita nella gara di esordio contro lo Zambia, quando in inferiorità numerica recuperarono una rete ai campioni in carica, sta di fatto che sono parse tutt'altra squadra rispetto a 4 giorni fa.
Ironia della sorte, l'Etiopia si è trovata questa volta lei in superiorità numerica a mezz'ora dal termine, ma è riuscita nella non facile impresa di incassare tre reti.
Protagonista della gara è stato senza dubbio Alain Traoré autore delle prime due reti e che ora guida la classifica cannonieri a quota 3. Di Konè e Pitroipia gli altri due gol che proiettano gli Stalloni al comando del girone C.



Coppa d'Africa GIRONE C: Zambia-Nigeria 1-1

Volendo sintetizzare con un solo aggettivo la nazionale della Nigeria dopo le prime due gare, potremmo usare "immaturi". Due volte in vantaggio e due volte raggiunti nei minuti finali rendendo così necessaria l'ultima partita con la tutt'altro che arrendevole Etiopia.
Quello con lo Zambia è stato sicuramente l'impegno più difficile dell'intero girone e i campioni in carica si sono dimostrati validi avversari fin dai primi minuti mostrando un gioco più armonioso mentre la Nigeria si affidava quasi esclusivamente a inconcludenti lanci lunghi, preda della difesa avversaria.
La prima vera emozione si registrava al 26' quando per un ingenuo fallo di David Nkausu su Musa. Dagli undici metri Obi Mikel si faceva ipnotizzare da Kennedy Mweene, al suo quarto rigore consecutivo neutralizzato.
Nella ripresa la Nigeria cambiava radicalmente modo di giocare e dopo un recupero prodigioso dello stesso regista Chelsea, Emenike riusciva ad andare a segno con una precisa conclusione all'interno dell'area di rigore. Il pareggio giungeva all'85 dopo un dubbio (per non dire inesistente) intervento di Onazi su Mayuka. Mweene si ergeva a uomo partita andando lui dal dischetto e diventando il primo portiere a realizzare una rete nella storia della Coppa d'Africa.


ZAMBIA: Mweene, J. Musonda, S. Sunzu, E. Mbola, D. Nkausu, I. Chansa (73' J. Sakuwaha), R. Kalaba, N. Sinkala, C. Katongo (66' C. Mbesuma), E. Mayuka, C. Lungu (66'M. Mulenga). A disp. J. Titima, F. Kasonde, H. Himoonde, J. Mulenga, F. Katongo, J. Chamanga, N. Chivuta, W. Njobvu, D. Munyao. All. H. Renard
NIGERIA: V. Enyeama, U. Echiejile, K. Omeruo, G. Oboabona, J. Obi Mikel, V. Moses (79' B. Ideye), F. Ogude, N. Igiebor (76' N. Obiora), O. Onazi, E. Emenike, A. Musa (89' I. Uche). A disp. J. Yobo, A. Egwueke, R. Gabriel, A. Ejide, E. Uzoenyi, S. Mba, J. Oshaniwa, C. Agbim. All. S. Keshi

Arbitro: G. Grisha (EGY)
Marcatori: 57' Emenike (NGA), 85' Rig. Mweene (ZAM).
Ammoniti: Oboabona, Musa, Emenike (NGA), Sinkala, Mbola (ZAM)




Zambia-Nigeria: le ultime dai campi

Mancano poche ore all'inizio della gara che vedrà la Nigeria affrontare i campioni in carica dello Zambia nella seconda gara del girone C.
Stando alle indiscrezioni che arrivano dai social network e dai principali siti di sport nigeriano, il capitano e difensore centrale Yobo non dovrebbe prendere parte alla gara; non si sa se per scelta tecnica o per problemi di natura fisica (il giocatore era rimasto in dubbio fino all'ultimo per un problema al ginocchio).
Pare invece recuperato Moses che dovrebbe affiancare Musa e Emenike nel tridente offensivo.
Gli ultimi dubbi di Keshi riguardano il ruolo di terzino destro: fuori Ambrose per squalifica e Egwueke per problemi di salute, potrebbe giocare Onazi che normalmente gioca a centrocampo e che si troverebbe quindi in un ruolo non suo.

giovedì 24 gennaio 2013

Coppa d'Africa GIRONE B: Niger-DR del Congo 0-0

Primo storico punto per il Niger in una fase finale di Coppa d'Africa. La gara contro la Repubblica Democratica del Congo si è infatti conclusa a reti inviolate e lascia aperta una piccola speranza di qualificazione per i Mena.
I giocatori congolesi, dopo aver sudato freddo per il clamoroso palo colpito ad inizio gara da Modibo Sidibe, non possono che recriminare per le numerose occasioni da gol gettate al vento, specie nel primo tempo, ed ora saranno costretti a vincere contro il Mali nell'ultima gara del girone.
Nella ripresa, il Congo ha mantenuto sempre il comando delle operazioni ma il Niger è riuscito a difendere il pareggio grazie anche al portiere Kassaly Daouda che si è così riscattato dopo l'errore che è costato la sconfitta nella gara contro il Mali



Coppa d'Africa GIRONE B: Ghana-Mali 1-0

Con un calcio di rigore del giovane centrocampista Wakaso Mubarak, il Ghana supera il Mali e lo supera in cima alla classifica del girone B. Le Black Stars hanno sicuramente meritato la vittoria (forse il risultato è fin stretto) ma sicuramente le cose sarebbero cambiate se l'arbitro ivoriano Doue avesse preso la corretta decisione di espellere il portiere ghanese dopo 6 minuti di gioco dopo aver preso il pallone con le mani al di fuori della propria area di rigore.
Dopo il pareggio rocambolesco con il Congo, il Ghana è parso subito più attento e ha lasciato pochi spazi agli avversari, bloccando sul nascere le iniziative che partivano quasi principalmente dai piedi di Keita.
Al 36' del primo tempo, Badu, sicuramente il migliore in campo per il Ghana, veniva steso in area di rigore permettendo a Mubarak di realizzare la rete del vantaggio. Il giocatore dell'Espanyol nell'esultare mostrava una maglia di ringraziamento ad Allah e rimediava un'ammonizione evitabile (visto che oltretutto in Mali sono in corso degli scontri contro integralisti islamici) che lo costringerà a saltare l'ultima gara del girone contro il Niger e forse anche l'eventuale quarto di finale, stando ai dettami che vietano di mostrare simboli religiosi.
Tornando alla partita giocata, una volta sbloccato il risultato il Ghana ha praticamente tenuto in mano il pallino del gioco senza però affondare mail il colpo del ko mentre il Mali dal canto suo è riuscito a rendersi pericoloso solo in poche occasioni, più che altro su palla inattiva.



Mercato: Zenke va in Turchia



Con un messaggio ufficiale dal proprio account Twitter, il giocatore del Nancy Simon Zenke ha comunicato il proprio trasferimento all'İstanbul Büyükşehir Belediyespor, club di Süper Lig.
La già ricca colonia nigeriana in Turchia (9 tra prima e seconda divisione) si arricchisce quindi di un ulteriore elemento, anche se non si tratta di un nome nuovo.
Arrivato allo Strasburgo nel 2006, Zenke aveva infatti già militato in Turchia dal 2010 al 2012 nel Samsunspor, salvo poi tornare in Francia ad inizio stagione.

mercoledì 23 gennaio 2013

Coppa d'Africa GIRONE A: Marocco-Capo Verde 1-1

La rete di Youssef El-Arabi del Granada ha negato alla nazionale di Capo Verde la gioia della prima storica vittoria in una fase finale di Coppa d'Africa, ma ha confermato ancora di più come questo piccolo arcipelago con poco più di 500.000 abitanti stia diventando una piacevole scoperta del calcio africano.
La rete del vantaggio capoverdiano è arrivata al 35' da un pallone perso a centrocampo da Karim El Ahmadi che ha innescato il letale contropiede concluso da Luís Carlos Almada Soares, detto Platini, con un morbido tocco che ha scavalcato il portiere in uscita.
Come facilmente prevedibile, nella ripresa, complice anche alcuni cambi, il Marocco si è gettato in avanti ed è riuscito a trovare il pareggio a dieci minuti dal termine quando Barrada ha messo in mezzo un intelligente pallone per l'accorrente El-Arabi che dall'altezza del dischetto del rigore ha spiazzato l'incolpevole Vozinho.
Con questo pareggio la situazione del girone A si fa decisamente interessante: nessuna squadra è ancora qualificata e nessuna è ancora fuori. Il Marocco dovrà quasi necessariamente battere il Sudafrica per accedere ai quarti di finale, mentre a Capo Verde potrebbe bastare anche un pareggio contro il fanalino di coda Angola.



Coppa d'Africa GIRONE A: Sudafrica-Angola 2-0

I padroni di casa del Sudafrica possono finalmente sorridere dopo la convincente vittoria per 2-0 contro l'Angola. Molti avevano storto il naso dopo il pareggio contro Capo Verde ed invece bisogna rendere merito ai Bafana Bafana di aver disputato una gara diametralmente opposta a quella d'esordio, merito anche dei cinque cambi fatti nello schieramento iniziale dal tecnico Gordon Igesund.
La rete del vantaggio è stata siglata Sangweni al 29' del primo tempo sugli sviluppi di un calcio di punizione deviato di testa da un difensore avversario.
Ad inizio ripresa l'Angola si è fatto vedere più volte nell'area di rigore sudafricana ma al quarto d'ora è arrivato il raddoppio grazie ad un rapido contropiede avviato e concluso da Majoro tra l'immobilità un po' colpevole della retroguardia angolana.



EuroEagles #31

Nonostante le distrazioni che arrivano dalla Coppa d'Africa, non ci dimentichiamo della consueta rubrica settimanale. La Nigeria sta prendendo parte alla competizione ma sono lo stesso tanti i giocatori che non sono stati convocati e che segnano in giro per il vecchio continente.
Iniziamo dalla Ligue 1 francese tornata in campo dopo la sosta per le festività natalizie. Nella sfida tra i campioni in carica del Montpellier e Olympique di Marsiglia, è andato a segno John Utaka, ma la vittoria è andata alla squadra della cité phocéenne per 3-2
È ripreso il campionato anche in Turchia e subito sono andati a segno Isaac Promise nella pirotecnica vittoria per 3-5 dell'Antalyaspor sul campo del Genclerbirligi e Nduka Ozukwo, autore della rete del momentaneo vantaggio del Mersin Idmanyurdu contro l'Orduspor, gara poi conclusa sull'1-1.
Chiudiamo per una volta con il campionato italiano, quello di serie B, per la precisione con un piccolo record: il Varese nel giro di pochi giorni ha recuperato ben due partite contro Grosseto (sospesa a 7 minuti dal termine)  e Brescia (rinviata per nebbia). Ebbene, in entrambe le partite è andato a segno Osariemen Ebagua che così è salito a quota 9 reti stagionali.

martedì 22 gennaio 2013

Coppa d'Africa GIRONE D: Tunisia-Algeria 1-0

Nella seconda gara del girone D, vittoria in extremis della Tunisia nel derby del Maghreb contro l'Algeria. Ci è voluta una prodezza del talento Msakni  a risolvere una gara nella quale sono state Les Fennecs (le volpi del deserto) ad avere il pallino del gioco, dimostrando però scarsa incisività sotto porta e con le stelle europee Sofiane Feghouli, Foued Kadir, Adlene Guédioura e Hameur Bouazza non all'altezza delle aspettative.
Quando la gara sembrava incanalrsi verso un più giusto 0-0 ci ha pensato l'ex giocatore del'Espérance (ora nel club qatariota del Lekhwiya) ha trafiggere il portiere M'bolhi con un tiro a giro che si è andato a insaccare sotto l'incrocio dei pali.
Ora per l'Algeria il cammino verso i quarti di finale si fa decisamente duro visto che dovrà necessariamente fare punti contro il Togo e soprattutto la Costa d'Avorio che affronterà nell'ultima gara del girone prevista per il 30 gennaio.


Coppa d'Africa GIRONE D: Costa d'Avorio-Togo 2-1

La Costa d'Avorio, super favorita alla vittoria finale, non delude le attese e riesce a portare  a casa la vittoria con il Togo anche se solo nei minuti finali.
Gli Sparvieri togolesi infatti si sono dimostrati avversari molto ostici guidati da Adebayor, la cui presenza alla competizione è rimasta in dubbio fino all'ultimo, che dopo soli 90 secondi ha avuto sui piedi la palla del possibile vantaggio salvo poi farsi recuperare all'ultimo da Kolo Touré. Dopo pochi minuti è stato il fratello più giovane, Yaya a portare in vantaggio con una conclusione da dentro l'area di rigore al termine di una irresistibile discesa sulla fascia di Gervinho. Lo stesso due volte "pallone d'oro" africano si rendeva nuovamente pericoloso con un violento destro che andava a sbattere sul palo.
Quasi inaspettato alla fine del primo tempo arriva il pareggio togolese con Jonathan Ayite sugli sviluppi di un calcio d'angolo approfittando di una difesa ivoriana tutt'altro che irreprensibile.
Nella ripresa la Costa d'Avorio manteneva il comando delle operazioni ma riusciva a trovare il gol vittoria solo a due minuti dal termine con Gervinho abile ad approfittare di una uscita sconsiderata del portiere Kossi Agassa.
Nel finale, brivido lungo la schiena dei tifosi ivoriani, quando Djene si trovava a tu per tu con il portiere avversario dopo una splendida intuizione di Adebayor, ma Barry con un balzo felino riusciva a impedire un gol che sembrava già fatto.


lunedì 21 gennaio 2013

Coppa d'Africa GIRONE C: Nigeria - Burkina Faso 1-1

Esordio che lascia l'amaro in bocca quello della Nigeria nella Coppa d'Africa 2013. Le Super Eagles erano attese ad una prova di maturità dopo la bruciante assenza dell'edizione 2012 costata la panchina al tecnico Siasia.
Keshi scioglie i dubbi della vigilia, optando per una formazione molto spregiudicata con in campo il tridente più prolifico a sua disposizione, ovvero Emenike, Ideye e Musa con il talento del Chelsea Moses in panchina. Centrocampo con Mikel e Ogube a fare da diga con Nosa libero di svariare. In difesa Ambrose viene spostato sulla fascia destra e Oboabona viene scelto come partner centrale di Yobo.
La Nigeria si dimostra subito intraprendente e passa in vantaggio con una conclusione acrobatica di Emenike dopo un brillante assist di tacco di Brown Ideye. Gli Stalloni sembrano accusare il colpo e non si rendono praticamente mai pericolosi dalle parti di Enyeama.
Nei secondi 45 minuti la Nigeria è parsa quasi sempre in controllo ma non è riuscita a trovare il gol del ko, complice qualche imprecisione di troppo da parte di Uche, entrato al posto di Emenike. A complicare i piani delle Super Eagles ci si è messo un troppo fiscale Benouza Mohamed, fischietto algerino che nel finale di gara ha estratto per la seconda volta un dubbio cartellino giallo ad Efe Ambrose. La superiorità numerica ravviva le speranze avversarie che trovavano la rete dell'insperato pareggio al 94' con il giocatore burkinabè più talentuoso, Alain Traoré, entrato in campo poco prima e reduce da un infortunio che ne aveva messo in dubbio la presenza fino all'ultimo.
Grande rammarico per i giocatori nigeriani, apparsi però decisamente troppo allegri e confusionari in difesa e che ora dovranno affrontare lo Zambia nella prossima (quasi decisiva) gara.


NIGERIA: Enyeama, Yobo, Echiejile, Ambrose, Oboabona, Obi Mikel, Ogude (70' Onazi), Igiebor, Ideye (78' Omeruo), Emenike (58' Uche), Musa. All. Keshi. A disp. Obiora, Egwueke, Moses, Gabriel, Ejide, Uzoeny, Mba, Oshaniwa, Agbim.
BURKINA FASO: Soulama, Panandétiguiri, B. Koné, Paul Koulibaly, Rouamba (82' Abdou Razak Traoré), Koffi, D. Koné, Bancé (65' Alain Traoré), Pitroipa, Dagano, Dah (46' W. Sanou). All. Put. A Disp. Diakité, H. Traoré, Ouattara, Balima, Rabo, Kaboré, Pierre Koulibaly,Nakoulma, Sanou.

Arbitro: M. Benouza (Alg)
Reti: 23' Emenike (NGA), 94' Alain Traoré (BFA)
Ammoniti: 24' Ogude, 38' Ambrose, 72' Nosa (NGA)
Espulsi: 74' Ambrose (NGA)




Coppa d'Africa GIRONE C: Zambia - Etiopia 1-1

C'era molta curiosità tra gli addetti ai lavori per vedere in campo lo Zambia fresco campione in carica apparso un po' in calo negli ultimi impegni pre-Coppa d'Africa. Avversario l'Etiopia che torna nella competizione dopo ben 31 anni.
Sono proprio le Antilopi Walya a rendersi più pericolose con Saladin Said, prima con un pallonetto che è rimbalzato sul terreno di gioco e ha scavalcato miracolosamente la porta incustodita e successivamente con un'incursione in area di rigore che ha costretto Lungu al fallo da rigore. Dal dischetto lo stesso attaccante si è fatto però respingere il tiro da Mweene (il portiere protagonista nella finale con la Costa d'Avoria, vinta ai calci di rigore). Dopo pochi minuti era l'altro portiere, Tassew, a rendersi protagonista in negativo con un intervento da karateka su Lungu lanciato a rete. Inevitabile il cartellino rosso per l'estremo difensore etiope così come la rete del vantaggio dello Zambia realizzata da Mbesuma abile a raccogliere un pregevole assist di nuca di Chansa.
Sotto di un gol e con un uomo in meno, l'Etiopia non si è persa d'animo e ha trovato il pareggio con il capitano Girma e nei minuti finali avrebbe potuto portare a casa la vittoria se l'arbitro Castane avesse accordato un secondo penalty per un dubbio fallo di mano del difensore Sunzu.



domenica 20 gennaio 2013

Coppa d'Africa GIRONE B: Mali - Niger 1-0

Per il popolo del Mal non sono certo giorni felici, tra guerra civile e supporto francese. Una piccola gioia è arrivata dalla Coppa d'Africa con la vittoria per 1-0 sul Niger.
Dopo una gara praticamente sempre condotta all'attacco, le Aquile sono riuscite ad avere la meglio dell'avversario grazie al proprio capitano Seydou Keita lesto ad approfittare di una maldestra uscita aerea del portiere nigerino Kassaly Daouda. L'ex centrocampista del Barcellona, ora in forza nel Dalian Aerbin (Cina), si era reso pericolo anche nei minuti iniziali del secondo tempo cogliendo un clamoroso incrocio dei pali dal limite dell'area.
Grazie a questa vittoria il Mali si lancia solitario in vetta al girone B, anche se ora l'attende l'appuntamento più impegnativo, quello contro un Ghana alla ricerca di punti preziosi dopo il pareggio nella gara di esordio contro il Congo, il quale a sua volta sarà impegnato contro il Niger.



Coppa d'Africa GIRONE B: Ghana - RD del Congo 2-2

Dopo una prima giornata avida di gol (e di emozioni, a dirla tutta), la Coppa d'Africa è finalmente entrata nel vivo con la sfida tra una delle grandi favorite del torneo, il Ghana, e la Repubblica Democratica del Congo.
Come spesso capita nella Coppa d'Africa non sono mancati i colpi di scena, visto che le Stelle Nere, in vantaggio di due gol, si sono fatte recuperare nella ripresa, chiudendo sul 2-2.
La prima rete della competizione è stata siglata al 40' del primo tempo per merito del centrocampista dell'Udinese Badu, abile a infilare la porta avversaria in spaccata dopo una pregevole azione di Kwadwo Asamoah in collaborazione con Gyan Asamoah. Ad inizio ripresa era lo stesso giocatore della Juventus a firmare la rete del raddoppio con un potente colpo di testa su calcio d'angolo.
Il Congo non si è arreso e dopo pochi minuti è riuscito ad accorciare le distanza con Mputu, brillantemente servito in area di rigore da Makiadi. Il pareggio è arrivato su calcio di rigore per un fallo di Akaminko su Mbokani. Lo stesso attaccante dell'Anderlecht si è incaricato dell'esecuzione, precisa, alla sinistra del portiere, scatenando la singolare esultanza del pittoresco portiere congolese Kidiaba.
Nei prossimi incontri Ghana e Congo se la dovranno vedere rispettivamente con Mali e Niger.



sabato 19 gennaio 2013

Coppa d'Africa GIRONE A: Angola - Marocco 0-0

La prima giornata del girone A della Coppa d'Africa 2013 si è conclusa senza vincitori nè vinti.
A memoria non ricordiamo mai una competizione nella quale entrambe le partite si sono concluse sullo 0-0. Dopo il deludente pareggio dei padroni di casa del Sudafrica contro Capo Verde, anche Angola e Marocco hanno chiuso la loro gara d'esordio a reti inviolate.
Gara dal duplice aspetto, con i Leoni dell'Atlante a fare la partita nel primo tempo e le Antilopi Nere più intraprendenti nella ripresa e vicine più volte a realizzare la rete della vittoria con Manucho e Afonso.
Il Marocco nella prossima gara se la dovrà vedere con il sorprendente Capo Verde, mentre l'Angola affronterà il Sudafrica a Durban.



Coppa d'Africa 2013 GIRONE A: Sudafrica - Capo Verde 0-0

La Coppa d'Africa 2013 ha preso finalmente il via nella splendida cornice del National Stadium di Johannesburg, già sede dei Mondiali 2010.
Nonostante l'incessante tifo delle vuvuzelas e di Shosholoza, i Bafana Bafana non sono riusciti ad andare oltre lo 0-0 contro Capo Verde.
Come facilmente prevedibile i padroni di casa sono partiti subito forte mettendo più volte in difficoltà gli avversari, ma non sono mai stati in grado di finalizzare le occasioni create confermando così una scarsa vena realizzativa che perdura da alcuni anni.
Gli ospiti, al debutto nella competizione, sono apparsi un po' timorosi, ma hanno retto bene l'impatto cercando in più occasioni di rendersi pericolosi con rapidi contropiedi.
Nei secondi 45 minuti, il tecnico Igesund ha provato a mischiare le carte inserendo il talentuoso Lerato Chabangu e Thulani Serero, ma alla fine il risultato non si è smosso.
Il Sudafrica ora dovrà necessariamente fare punti contro le più quotate Angola e Marocco.



martedì 15 gennaio 2013

EuroEagles #30


Edizione decisamente scarna della nostra consueta rubrica, l'ultima prima dell'inizio della Coppa d'Africa.
A dire il vero sarebbe più corretto dire che in questo fine settimana non ha segnato alcun giocatore nigeriano che milita nei campionati europei. Approfittiamo allora dell'occasione per segnalare un'errata corrige della settimana scorsa, ovvero la rete segnata nel posticipo del lunedì da Benjamin Onwuachi, conosciuto in Italia semplicemente come Benjamin ai tempi della primavera della Juventus quando faceva coppia in attacco con Palladino. Sua la rete del 3-0 finale con il quale lo Xanthi ha battuto l'Ofi Creta nella Super League greca.

sabato 12 gennaio 2013

Coppa d'Africa 2013: i numeri della Nigeria

In attesa di vedere in campo le Super Eagles, sono state rese note le numerazioni (non ancora ufficiali) dei 23 giocatori che penderanno parte alla Coppa d'Africa 2013.
Yobo conferma la sua storica 2 sulle spalle, così come ampiamente previsto la numero 10 è andata a Mikel.

Il tecnico Keshi può ancora effettuare dei cambi entra la gara d'esordio ma solo esclusivamente in caso di infortunio.

 1 Vincent Enyeama
16 Austin Ejide
23 Chigozie Agbim

 2 Joseph Yobo
 3 Uwa Elderson Echiéjilé
 5 Efe Ambrose
 6 Azubuike Egwuekwe
14 Godfrey Oboabona
21 Juwon Oshaniwa
22 Kenneth Omeruo

 4 Nwankwo Obiorah
10 Mikel John Obi
12 Gabriel Reuben
13 Fegor Ogude
17 Ogenyi Onazi
18 Ejike Uzoenyi
19 Sunday Mba
20 Nosa Igiebor

 7 Ahmed Musa
 8 Ideye Brown
 9 Emmanuel Emenike
11 Victor Moses
15 Ikechukwu Uche


giovedì 10 gennaio 2013

CAF 2013: I convocati della Nigeria

A poche ore dal termine della gara amichevole pareggiata con Capo Verde, il ct Keshi ha reso pubblico l'elenco dei 23 giocatori che prenderanno parte alla fase finale della Coppa d'Africa 2013 che prenderà il via il prossimo 19 gennaio in Sudafrica.
Rispetto le previsioni, forse le uniche due sorprese sono le esclusioni di Lawal e di Dike, ma si tratta di reparti (centrocampo ed attacco) nel quale la Nigeria è ampiamente coperta. Il punto debole rimane infatti la difesa: Yobo appare recuperato, rimane da stabilire chi gli farà da compagno al centro. Ambrose è stato provato sulla fascia destra con alterni risultati e potrebbe essere riportato al suo ruolo naturale. Sulle fasce l'unico sicuro di una maglia titolare sembra essere Echiejile, rimane da capire chi occuperà il lato destro.


Portieri: Vincent Enyeama (Maccabi Tel Aviv, Israele); Austin Ejide (Hapoel Be’er Sheba, Israele); Chigozie Agbim (Enugu Rangers, Nigeria)

Difensori: Elderson Echiejile (FC Braga, Portogallo); Juwon Oshaniwa (Ashdod FC, Israele); Joseph Yobo (Fenerbahce, Turchia); Efe Ambrose (Celtic FC, Scozia); Azubuike Egwuekwe (Warri Wolves, Nigeria); Kenneth Omeruo (ADO Den Haag, Olanda); Godfrey Oboabona (Sunshine Stars, Nigeria)

Centrocampisti: Mikel Obi (Chelsea FC, Inghilterra); Nosa Igiebor (Real Betis, Spagna); Ogenyi Onazi (SS Lazio, Italia);  Obiora Nwankwo (Calcio Padova, Italia); Fegor Ogude (Valerenga FC, Norvegia); Reuben Gabriel (Kano Pillars, Nigeria);

Attaccanti: Ahmed Musa (CSKA Moscow, Russia); Emmanuel Emenike (Spartak Moscow, Russia); Brown Ideye (Dynamo Kyiv, Ucraina); Victor Moses (Chelsea FC, Inghilterra); Ikechukwu Uche (Villarreal FC, Spagna); Ejike Uzoenyi (Enugu Rangers, Nigeria); Sunday Mba (Enugu Rangers, Nigeria)

mercoledì 9 gennaio 2013

Amichevoli: Capo Verde - Nigeria 0-0

Finisce a reti inviolate nell'ultima amichevole prima dell'inizio della Coppa d'Africa 2013 che vedeva opposta la Nigeria a Capo Verde.
All'Estádio Algarve di Faro, il ct Keshi ha provato quella che dovrebbe essere molto vicina alla formazione titolare: 4-3-3 con Ejide tra i pali, Ambrose sulla fascia destra ed Echiejile sulla corsia di sinistra. Coppia centrale composta dal rientrante Yobo e Oboabona. A centrocampo cabina di regia affidata a Mikel supportato da Onazi e Ogude. Davanti Emenike punta centrale con Musa e Moses a comporre il tridente.
Nei primi 45 minuti la Nigeria è apparsa lenta e svogliata lasciando l'iniziativa ai Tubarões Azuis (Squali Blu). Nella ripresa, grazie anche all'ingresso in campo di Nosa Igiebor, la situazione si è capovolta con le Super Eagles a fare la partita e a rendersi più volte pericolose dalle parti del portiere avversario.
A breve Keshi comunicherà i nomi dei 23 giocatori che prenderanno parte alla Coppa d'Africa: l'appuntamento è per il 21 gennaio quando affronterà il Burkina Faso nella gara d'esordio al Mbombela Stadium di Nelspruit.

CAPO VERDE: Fock (46' Vozinha), Fernando Varela, Nando, Gêgê (46'Roni), Nivaldo (46' Guy Ramos), Toni Varela (61'Ryan Mendes) (80'Sténio), Marco Soares, Babanco, Platini (61' David Silva), Héldon (68' Djaniny), Júlio Tavares (46' Rambé). A disp. Carlitos, Josimar Lima, Rilly, Pécks. ALL. Lúcio Antunes
  
NIGERIA: Ejide (30' Enyeama), Yobo, Echiejile (82' Oshaniwa), Ambrose (46' Omeruo), Oboabona, Obi Mikel, Moses (46' Igiebor), Ogude (46' Ideye), Onazi (68' Obiora), Emenike (61' Uche), Musa. A disp. Egwueke, Agbim, Uzoenyi, Gabriel, Mba. ALL Keshi

martedì 8 gennaio 2013

CAF 2013 - Prime esclusioni


Mancano pochi giorni all'inizio della Coppa d'Africa 2013 e si cominciano a delineare i contorni della comitiva nigeriana che prenderà parte alla competizione.
Stando alle comunicazioni ufficiali, solo dopo la gara amichevole contro Capo Verde verranno sciolte le ultime riserve, nel frattempo, dopo le rinunce da parte di Shittu e Ameobi che hanno preferito rimanere con i rispettivi club inglesi, il ct Keshi ha operato 4 tagli.
Si tratta di Uche Kalu, Rabiu Ibrahim, Henry Uche e Papa Idris. Di fatto quella di Ibrahim è l'unica scelta tecnica dato che Kalu è stato escluso a causa di un problema all'inguine, mentre Uche e Idris non facevano parte dell'iniziale lista dei 32 pre-convocati e per loro il ritiro di Faro era stato più che altro un "premio" per il lavoro fatto nell'ultimo anno.

lunedì 7 gennaio 2013

EuroEagles #29

Prima edizione del 2013 per la nostra rubrica settimanale, verosimilmente l'ultima prima dell'inizio della Coppa d'Africa.
A cavallo tra Capodanno e l'Epifania si sono disputate parecchie partite, ma sono stati pochi i gol (uno per la precisione) segnati da giocatori nigeriani.
L'unico marcatore di questa settimana è stato Victor Moses: sua la rete del momentaneo 2-1 del Chelsea contro il Southampton nel terzo turno di FA Cup, gara po conclusa con la vittoria dei Blues per 5-1.
L'ex attaccante di Crystal Palace e Wigan ha sfruttato un assist di Cole e ha messo a segno un preciso sinistro dal limite dell'aria proprio allo scadere dei primi 45 minuti.


giovedì 3 gennaio 2013

Amichevoli: Catalogna - Nigeria 1-1

Inizia con un buon pareggio il 2013 della nazionale nigeriana. Sul campo dell'Espanyol le Super Eagles e la rappresentativa catalana hanno chiuso infatti sull'1-1 l'incontro amichevole che tradizionalmente disputa ad ogni inizio anno.
I padroni di casa sono andati quasi subito in vantaggio con un rigore realizzato dal capitano Sergio Gonzalez alla sua gara di addio (il giocatore si è infatti ritirato dal calcio giocato l'anno scorso) così come l'allenatore Johan Cruyff ed hanno quasi sempre condotto la gara contro una Nigeria scesa in campo quasi esclusivamente con i giocatori che militano nel campionato locale.
Nella ripresa complici i numerosi cambi i ritmi di gioco si sono abbassati e le Super Eagles hanno trovato la rete del pareggio con Dike Bright. L'attaccante che milita nel campionato americano ha sfruttato al meglio un assist di Onazi ed ha trafitto il portiere avversario con un potente tiro.
A fine gara per questioni di fair play il trofeo è stato assegnato alla Nigeria, mentre Bojan Krkic è stato votato come miglior giocatore in campo.
Il prossimo appuntamento per le Super Eagles sarà per mercoledì prossimo con la sfida che le vedrà opposte a Capo Verde sul campo "neutro" di Faro in Portogallo.


CATALOGNA: Kiko Casilla, Gerard Piqué, Víctor Sànchez, Carles Puyol, Xavi Hernández, Sergio García, Bojan Krkic, Joan Verdú, Marc Bartra, Joan Capdevila. A disp. Jordi Codina, Jordi Amat, Jonathan Soriano, Sergi Roberto, Martín Montoya, Sergio Busquets, Cristian Tello, Jordi Alba, Piti, Álvaro Vázquez, Raúl Rodríguez, Sergio Tejera.

NIGERIA: Agbim Chigozie, Oboabona Godfrey, Benjamin Francis, Fegor Ogude, Kwambe Solomon, Egwuekwe Azubuike, Ideye Brown, Dike Bright, Uzoenyi Ejike, Onazi Ogenyi, Mba Sunday. A disp. Ahmed Musa, Emenike Emmanuel, Omeruo Kenneth, Uche Ikechukwu, Akpeyi Daniel, Henry Uche, Lawal Raheem, Rabiu Ibrahim, Papa Idris.

RETI: 1-0 Sergio González (3'), 1-1 Dike Bright (54')



mercoledì 2 gennaio 2013

CAF 2013: Ameobi e Shittu dicono no..


Prime grane per il ct Keshi in vista della Coppa d'Africa che si disputerà tra pochi giorni in Sudafrica. Due giocatori hanno infatti rifiutato la convocazione: si tratta di Shola Ameobi e di Danny Shittu che militano entrambi in Inghilterra.
La notizia era nell'aria, ma la federazione aveva provato fino all'ultimo a provare a convincere i giocatori che invece sono rimasti immobili sulla loro decisione di preferire i rispettivi club in una fase delicata della stagione.
Se per il difensore del Millwall la convocazione era arrivata un po' a sorpresa e a due di distanza dall'ultima, appare un po' più complicata la situazione di Ameobi il quale prima ha accettato, dopo un lungo e complicato iter burocratico, di vestire la maglia delle Super Eagles (il giocatore è in possesso infatti anche del passaporto inglese) scendendo in campo nella gara amichevole contro il Venezuela salvo poi fare improvvisamente fatto marcia indietro. Decisiva in questo senso la "pressione" del Newcastle in vista dell'imminente cessione dell'altro suo attaccante, Demba Ba al Chelsea.