sabato 29 giugno 2013

CHAN 2014 - Convocazioni per la Costa d'Avorio

Neanche il tempo di metabolizzare la Confederation Cup con le sue inevitabili polemiche, e per il tecnico Keshi è di nuovo tempo di convocazioni. 
Il prossimo 6 luglio a Kaduna la nazionale nigeriana affronterà la Costa d'Avorio nella gara di qualificazione alla African Nations Championship (CHAN), la neonata competizione continentale riservata ai giocatori che militano nei campionati nazionali.
Da questo punto di vista, la Nigeria è decisamente avanti, avendo avuto modo di provare spesso giocatori della NPL con la maglia della nazionale. Ecco quindi spiegati i ben 8 giocatori convocati che hanno preso parte alla Confederation Cup.

Portieri: Chigozie Agbim (Warri Wolves); Daniel Akpeyi (Heartland FC)

Difensori: Azubuike Egwuekwe (Warri Wolves); Godfrey Oboabona (Sunshine Stars); Benjamin Francis (Heartland FC); Kunle Odunlami (Sunshine Stars); Ezekiel Bassey (Lobi Stars); Umar Zango (Kano Pillars); Solomon Kwambe (Sunshine Stars); Chibuzor Okonkwo (Enugu Rangers)

Centrocampisti: Sunday Mba (Enugu Rangers); Ayo Saka (Enyimba FC); Olufemi Oladapo (3SC); Emeka Eze (Enugu Rangers); Mohammed Ajia (Bayelsa United)

Attaccanti: Muhammad Gambo (Kano Pillars); Obinna Nwachukwu (Heartland FC); Gomo Onduku (Bayelsa United); Ifeanyi Edeh (Enyimba FC); Anthony Okputu (Lobi Stars); Pius Samson (Ranch Bees); Festus Ajah (Union Bank); Etebo Oghene (Warri Wolves); Dele Olorundare (Sunshine Stars)

venerdì 28 giugno 2013

Mondiali under-20 2013: Corea del Sud - Nigeria 0-1

L'under-20 nigeriana ipoteca il passaggio del turno senza dover aspettare il complicato calcolo dei ripescaggi grazie alla vittoria di misura contro la Corea del Sud.
Il gol vittoria è arrivato al 9' del primo minuto per merito di Olanrewaju Kayode, il giocatore girovago che dopo aver militato anche nel Lucerna e nel campionato ivoriano, attualmente è in cerca di sistemazione.
Negli ottavi di finali i ragazzi allenati da John Obuh se la dovranno vedranno vedere con l'Uruguay che nel girone F ha perso la vetta della classifica a favore della Croazia.

martedì 25 giugno 2013

Confederation Cup 2013 - Le pagelle delle Super Eagles

Metabolizzata l'eliminazione della Nigeria dalla Confederation Cup e complice l'arrivo dell'estate da sempre un po' avara di notizia, anche il nostro blog ha deciso di dare i numeri e fare un bilancio di questa importante competizione.

Vincent Enyeama:  6.5 nonostante le sei reti incassate si dimostra il più affidabile dei portieri africani. Mezzo punto in meno per l'incertezza mostrata sull'azione del gol di Tahiti

Godfrey Oboabona: 5.5 patisce un po' di stanchezza e l'inesperienza. Un suo ventilato approdo in Europa sarebbe un ottimo biglietto da visita in vista dei prossimi Mondiali.
Uwa "Elderson" Echiéjilé: 6 ha il merito di sbloccare la partita con Tahiti. Sempre propositivo in fase offensiva, da rivedere in quella difensiva. Abbiamo però appreso dalla televisione che preferirebbe farsi chiamare Elderson: ne prendiamo atto.

John Ogu: 6 in ballottaggio con Mba, offre fisicità e concretezza nella linea mediana della Nigeria

Efe Ambrose: 5.5 a nostro giudizio rimane un difensore centrale, ma Keshi continua a insistere su di lui in mancanza di valide alternative. Alterna buone giocate ad amnesie difensive

Azubuike Egwuekwe: 5,5 entrato in campo a sostituire l'infortunato Omeruo, patisce non poco l'impeto agonostico di Fernando Torres e degli attaccanti spagnoli.

Ahmed Musa: 7 parte male nella gara con Tahiti sprecando numerose occasioni da gol, ma da solo tiene in apprensione la difesa campione del mondo con le sue improvvise accelerazioni.

Brown Ideye: 5,5  l'attaccante della Dinamo Kiev si fa notare principalmente per la sua cresta e molto meno per la concretezza sotto porta. Meglio quando parte da esterno con la Spagna.

Joseph Akpala: 5 discorso analogo a quanto detto per Ideye. Offre centimetri e poco altro all'attacco nigeriano

Mikel John Obi: 7 quasi insolente nella gara di esordio, si erge a protagonista contro l'Uruguay realizzando una pregevole rete e distribuendo numerosi palloni contro la Spagna. Un po' a corto di fiato (come tutto il resto della squadra), andrà a godersi il meritato riposo.

Mohammed Gambo: 5 i pochi minuti che lo hanno visto scendere in campo contro la Spagna hanno fatto chiedere un po' a tutti cosa abbia spinto Keshi a convocarlo.

Solomon Kwambe: sv Keshi gli preferisce sulla fascia destra Ambrose nonostante la buona prestazione  contro il Venezuela. 

Fegor Ogude: 6 chiamato all'ingrato compito di fare da diga a centrocampo, affianca Mikel senza sfigurare

Anthony Ujah: 5.5 dopo l'opaca prestazione contro Tahiti precipita quasi inspiegabilmente nelle gerarchie di Keshi tanto da non vederlo in campo nè contro l'Uruguay nè contro la Spagna.

Michel Babatunde: 5.5 Gioca la ripresa della gara contro l'Uruguay al posto dell'infortunato Oduamadi ma non riesce ad incidere sulla partita.

Austin Ejide: sv 

Ogenyi Onazi: sv Dopo l'infortunio contro la  Namibia non riesce neanche a prendere il volo per il Brasile, ma sarà uno dei tasselli del centrocampo nigeriano nella corsa verso i Mondiali.

Emeka Eze: sv Chiamato un po' a sorpresa, il giovane centrocampista classe '92 non ha trovato posto in Confederation Cup ma ha fatto intravedere cose interessanti nella gara contro il Messico

Sunday Mba: 5.5 L'uomo che ha deciso la Coppa d'Africa 2013, ha parzialmente deluso le attese dei tifosi nigeriani. Non sappiamo se sia stato per via dei numerosi impegni o per l'inesperienza, ma il centrocampista dell'Enugu Ranger non ha reso come ci si aspettava ed è finito spesso per essere sostituito da Ogu.

Nnamdi Oduamadi: 6.5 Protagonista della gara d'esordio con Tahiti con una tripletta, finisce la sua Confederation Cup alla fine del primo tempo della partita con l'Uruguay per colpa di un infortunio. La vetrina internazionale e le tre reti messe a segno gli varranno probabilmente un palcoscenico più prestigioso dopo le ultime stagione passate nella serie b italiana.

Francis Benjamin: sv nel giro della nazionale da un anno a questa parte, come per Kwambe una convocazione fatta più che altro per fare esperienza. 

Kenneth Omeruo: 6 il giovane talento del Chelsea non saprà ancora se tornerà a Londra o se verrà dirottato ancora per un anno a fare esperienza. Mezzo voto in più di incoraggiamento per quello che dovrebbe essere un tassello importante della difesa nigeriana ma ancora un po' acerbo quando si tratta di avere a che fare con attaccanti più pericolosi.

Chigozie Agbim: sv

Stephen Keshi: 6 Non sarà il miglior tecnico del mondo per quanto riguarda la lettura della gara e forse a livello tattico poteva provare a fare qualcosa di diverso contro l'Uruguay ma tra gli infortuni, i numerosi impegni e - dulcis in fundo -, la querelle legata ai premi partita è riuscito a tenere unito il gruppo e, almeno per un tempo, a mettere in difficoltà la Spagna. 


Queste le nostre impressioni. E voi cosa ne pensate?

EuroEagles #50

La Confederation Cup è ormai entrata nel vivo così come le trattative di calciomercato.
Tuttavia si gioca ancora qualche campionato, praticamente tutta la zona della Scandinavia con la sola esclusione della Danimarca che riprenderà il prossimo 19 luglio.
Per quanto riguarda la Tippeligaen norvegese, è andato segno Leke James, autore dell'1-0 nella vittoria per 2-1 dell'Aalesund contro il Viking. Per l'attaccante classe 1992 si tratta della rete numero 5 in campionato.

Mondiali under-20 2013: Cuba - Nigeria 0-3

Prima vittoria nel girone B dei Mondiali under-20 per i ragazzi allenati da Obuh. 3-0 il risultato finale contro i pari età cubani.
Gara chiusa a metà del primo tempo con una doppietta di Umar Aminu: il primo gol realizzato con un comodo tap-in dopo una bella azione in velocità di Kayode e il secondo con un pregevole colpo di tacco sugli sviluppi di un calcio d'angolo. La terza rete è stata messa a segno nella ripresa da Ajagun che dopo la doppietta con il Portogallo, sale così in testa alla classifica dei cannonieri della competizione.
Troppa la differenza tra le due squadre ed ora per il passaggio del turno bisognerà attendere la gara del 27 giugno contro la Sud Corea che nell'altra partita del girone ha pareggiato per 2-2 contro i lusitani.
Ricordiamo che oltre alle prime due classificate, accederanno agli ottavi di finale anche le due migliori terze classificate.

lunedì 24 giugno 2013

Confederation Cup 2013: Nigeria - Spagna 0-3

È durata poco più di un'ora la speranza della Nigeria di portare a meno a casa un pareggio con l'invincibile armata spagnola. Tanto hanno retto le Super Eagles sul piano atletico prima di essere colpite da Fernando Torres.
Con poche, pochissime speranze di passare il turno la Nigeria ha giocato a viso aperto contro i campioni del Mondo e d'Europa: il gol dopo pochi minuti di Jordi Alba non ha cambiato i piani tattici di Keshi che schierato una formazione fortemente sbilanciata in avanti con Mba a fare da supporto al tridente composto da Ideye dirottato sulla fascia al posto di Oduamadi, Musa e Akpala.
Complice anche il ritmo decisamente blando la Nigeria ha proposto un calcio brillante che ha creato qualche problema alla difesa spagnola (molto più di quanto aveva fatto l'Uruguay nella casa d'esordio) grazie alla velocità di Musa e alle intuizioni di Mikel.
Nella ripresa, l'ingresso (e il successivo gol) di Torres ha spezzato le gambe ad una Nigeria visibilmente provata sul piano fisico dopo il massacrante tour de force che ha visto i giocatori volare negli Usa (amichevole con il Messico), poi tornare in Africa per le qualificazioni mondiali in Namibia e in Kenia e tornare nuovamente in America per la Confederation Cup, senza dimenticare la polemica con la federazione che ha fatto slittare di alcuni giorni l'arrivo in Brasile.
Le Super Eagles tornano a casa con il rimpianto di aver giocato discretamente bene e aver raccolto troppo poco nello scontro diretto con l'Uruguay ma con tanta esperienza in più e un discreto ottimismo in vista del Mondiale 2014.

NIGERIA: V. Enyeama, U. Echiejile, E. Ambrose, K. Omeruo (11' A. Egwuekwe), G. Oboabona, J. Obi Mikel, F. Ogude, S. Mba (63' J. Ogu), J. Akpala (71' M. Gambo), B. Ideye, A. Musa. All. S. Keshi.

SPAGNA: Víctor Valdés, Sergio Ramos, Arbeloa, Piqué, Jordi Alba, Fàbregas (54' David Silva), Iniesta, Xavi, Busquets, Soldado (60' Fernando Torres), Pedro (75' David Villa). All. Del Bosque.

Arbirtro: J. Aguilar (SLV)
Marcatori: 3', 88' J. Alba, 62' Fernando Torres (SPA)



domenica 23 giugno 2013

Confederation Cup 2013: Nigeria - Spagna, le ultime dai campi

In vista dell'appuntamento decisivo contro la Spagna, il commissario tecnico Keshi recupera Musa ma perde Oduamadi uscito malconcio dopo il primo tempo della gara con l'Uruguay. Al suo posto dovrebbe scendere in campo Akpala con Ideye ancora confermato al centro dell'attacco. A centrocampo Mba dovrebbe affiancare Mikel e Omeruo.
Nella Spagna, tra i pali spazio a Valdes del Barcellona e tridente composto da Iniesta, Soldado e Pedro. Fabregas Xavi e Busquets compongono la linea mediana delle furie rosse.

sabato 22 giugno 2013

Mondiali under-20 2013: Nigeria-Portogallo 2-3

Inizia con un passo falso l'avventura delle Flying Eagles ai Mondiali under-20 che si stanno disputandi in Turchia. I ragazzi di Udoh erano chiamati al difficile impegno con il Portogalli e alla fine ne sono usciti sconfitti per 2-3. Nonostante la sconfitta, grande prestazione da parte del capitano nigeriano Abdul Ajagun autore di una doppietta. 

Nell'altra partita del girone vittoria per 2-1 della Corea del Sud contro Cuba prossimo avversario della Nigeria.

venerdì 21 giugno 2013

Confederation Cup 2013: Nigeria - Uruguay 1-2

Salvo imprese al limite del miracoloso, il percorso della Nigeria alla Confederation Cup 2013 si ferma qui, dopo la sconfitta con l'Uruguay per 2-1.
Il ct Keshi mischia un po' le carte in tavola inserendo Ogu a centrocampo al posto di Mba e Ideye al centro dell'attacco. Dal canto suo Tabarez invece passa dal prudente 4-4-2 visto nella gara iniziale con la Spagna ad un più spregiudicato 3-4-3 con il tridente Cavani-Suarez-Forlan.
Dopo un'iniziale brivido per una punizione di Ideye, è la celeste a portarsi in vantaggio approfittando di una dormita della difesa nigeriana su calcio d'angolo che ha permesso a Lugano di appoggiare in rete a pochi passi da Enyeama. Mikel, apparso decisamente più propositivo dopo la prestazione  abulica della gara d'esordio, metteva a segno la rete del pareggio al termine di una bella combinazione in area uruguaiana ma i limiti in attacco mascherati dalla pochezza di Tahiti sono emersi tutti contro un avversario più ostico. La rete del 2-1 final siglata da Forlan e nata da un errore di Musa, è stata la sintesi del secondo tempo: Nigeria costantemente in avanti e Uruguay chiusa e pronta a ripartire in contropiede.
Per il tecnico Keshi si tratta della prima sconfitta da quando siede sulla panchina delle Super Eagles, ma è una di quelle che fanno male: la Nigeria è ora praticamente fuori dalla competizione nonostante una prestazione buona ma che ne ha messo in luce i limiti attuali, ovvero la poca concretezza sotto rete (Ideye e Ujah non sono riusciti a sostituire degnamente l'infortunato Emenike) e una scarsa attitudine a cambiare modo di giocare a partita in corso. I cambi effettuati vuoi per scelta tecnica o per questioni fisiche hanno solo mischiato le carte in tavola senza dare quella scossa necessaria per sorprendere gli avversari.

NIGERIA V. Enyeama, U. Echiejile,  E. Ambrose, K. Omeruo, G. Oboabona, J. Obi Mikel, J. Ogu (S. Mba), F. Ogude, N. Oduamadi (45' M. Babatunde), B. Ideye (J. Akpala), A. Musa. All. S. Keshi

URUGUAY: F. Muslera, D. Lugano, M. Pereira, M. Cáceres, D. Godín, C. Rodríguez (88' Á. Pereira), Á. González, E. Arévalo, L. Suárez (83' S. Coates), D. Forlán, E. Cavani. All. O. Tabarez

Arbitro: B. Kuipers (NED)
Marcatori: 19' D. Lugano (URU), 37' J. Obi Mikel (NGA), D. Forlàn (URU).



giovedì 20 giugno 2013

Confederation Cup 2013: Nigeria - Uruguay, le ultime dai campi

In vista del primo vero test significativo della Confederation Cup dopo l'agevole vittoria contro Tahiti, il tecnico Keshi si trova costretto a studiare qualche mossa tattica per arginare lo strapotere offensivo dell'Uruguay. Oscar Tabarez ha infatti annunciato la formazione che affronterà le Super Eagles e che vedrà schierato il tanto temuto tridente composto da Cavani, Forlan e Suarez.
Sulla carta, con Ambrose che di fatto è un difensore centrale dirottato sulla fascia destra, per la Nigeria non dovrebbe cambiare molto: è probabile che vengano confermati 10/11 della formazione scesa in campo contro Tahiti con l'unico dubbio tra Ideye e Ujah nel ruolo di punta centrale con l'attccante della Dinamo Kiev favorito.
Un'altra ipotesi (poco attendibile) ventilatia negli scorsi giorni, vedrebbe il passaggio ad una difesa a tre con il sacrificio di un'attaccante a favore di Egwuekwe, ma vanificherebbe il lavoro fatto dalla Nigeria negli ultimi due anni.

martedì 18 giugno 2013

EuroEagles #49

Con i calciatori stesi sui bagnasciuga delle principali località di mare o, nella migliore delle ipotesi, impegnati nella Confederation Cup in Brasile, sono davvero pochi i campionati in corso e conseguentemente i gol realizzati.
Ciononostante nel campionato finlandese continua a segnare Babatunde Wusu, questa volta contro il Mariehamn.
Suo il gol dell'1-1 nella vittoria per 3-2 che non impedisce però al suo JJK di rimanere nei bassifondi della classifica.




lunedì 17 giugno 2013

Confederation Cup 2013: Tahiti - Nigeria 1-6

Esordio fin troppo agevole per la Nigeria nella Confederation Cup 2013 contro Tahiti: 6 gol fatti e almeno 10 occasioni nitide sprecate malamente rendono abbastanza l'idea del divario tra le due squadre.
In vista di questo incontro il commissario tecnico Keshi ha optato per il classico 4-3-3 che a tratti si è trasformato in un 4-2-1-3 con Mba in posizione leggermente più avanzata rispetto a Mikel e Ogude, quest'ultimo preferito a Ogu. In attacco, come da anticipazioni, la scelta è ricaduta su Ujah affiancato da Musa e Oduamadi.
La gara è durata praticamente 10 minuti, il tempo per la Nigeria di mettere a segno due reti: la prima con Echiejile complici l'assist involontario dell'arbitro Aguilar e ben due deviazioni della difesa avversaria e la seconda con Oduamadi lesto a infilarsi nella tutt'altro che irresistibile difesa avversaria. L'esterno del Varese fissava sul 3-0 il risultato dei primi 45 minuti approfittando di un maldestro intervento del portiere tahitiano.
Nella ripresa, la nazionale dei Toa Aito trovava la rete del 3-1 con Jonathan Tehau su azione di calcio d'angolo approfittando della disattenzione di Ambrose ed Enyama, ma lo stesso giocatore pochi minuti dopo si rendeva protagonista di una sfortunata autorete che dava il via alla goleada finale firmata ancora una volta da Oduamadi e Echiejile.
Nonostante il 6-1 finale rimangono ancora parecchi dubbi sullo stato di salute della nazionale nigeriana, complici lo scarso valore dell'avversario, il breve periodo di ambientamento in terra brasiliana ed un atteggiamento tattico parso a tratti stanco e macchinoso.
Sicuramente sarà più attendibile il test di giovedì contro l'Uruguay reduce dalla sconfitta di misura con la Spagna e con un attacco di tutt'altro livello rispetto a quello di Tahiti.

TAHITI: X. Samin, T. Ludivion, J. Tehau, N. Vallar (54' S. Faatiarau), V. Simon (E. Lemaire), H. Bourebare, A. Tehau, H. Caroine, R. Aitamai, M. Vahirua (70' S. Atani), S. Chong-Hue. All. E. Etaeta
NIGERIA: V. Enyeama, U. Echiejile, E. Ambrose, K. Omeruo (74' A. Egwuekwe), G. Oboabona, J. Obi Mikel, F. Ogude, N. Oduamadi, S. Mba (55' J. Ogu), A. Ujah (52' B. Ideye), A. Musa. All. S. Keshi

Arbitro: J. Aguilar (SLV)
Marcatori: 5', 80'  Echiejile (NGA), 10' 26', 76' Oduamadi (NGA), 54' J. Tehaut (TAH), 68' autorete J. Tehaut (NGA).
Ammoniti: K. Omeruo (NGA)


Confederation Cup 2013: Nigeria - Tahiti, le ultime dai campi

A poco più di sei ore dall'inizio della gara d'esordio della Nigeria contro Tahiti, sono pochi i dubbi che frullano per la testa del commissario tecnico Keshi. 
La difesa dovrebbe essere quella oramai collaudata con Enyeama tra i pali davanti a Oboabona e Omeruo coppia centrale con Ambrose dirottato ancora una volta sulla fascia destra e Echiejile sulla sinistra. A centrocampo le chiavi della regia sono affidate ovviamente John Obi Mikel con Sunday Mba e verosimilmente uno tra Ogu e Ogude a sostituire l'infortunato Onazi: il primo è sicuramente più votato alla fase offensiva, mentre il secondo è più adatto in marcatura. 
In attacco l'unica certezza dovrebbe essere quella di Ahmed Musa con Nnambi Oduamadi sulla sinistra. In ballottaggio per il ruolo di punta centrale Brown Ideye e Anthony Ujah con quest'ultimo favorito.

AGGIORNAMENTO delle ore 17.00: stando alle informazioni che arrivano da Belo Horizonte, questo dovrebbe essere l'11 iniziale:

Enyeama, Ambrose, Oboabona, Omeruo, Echiejile, Ogu, Mikel, Mba, Ujah, Musa, Oduamadi

domenica 16 giugno 2013

Confederation Cup: l'arrivo delle aquile (era ora)

Dopo un lungo tira e molla con la federazione, tante (troppe) polemiche e parecchie ore di volo, la nazionale nigeriana è finalmente arrivata in Brasile e più precisamente a San Paolo. La truppa, composta da 22 giocatori e 10  membri dello staff si è poi diretta alla volta di Belo Horizonte, sede della prima gara contro Tahiti. Unico assente il centrocampista della Lazio Onazi, rimasto in patria per recuperare da un infortunio al ginocchio rimediato durante la gara contro la Namibia e che sta mettendo in serio dubbio la partecipazione alla Confederation Cup.

Come spesso capita ultimamente, le informazioni sono arrivate direttamente dai giocatori tramite i loro account twitter.



sabato 15 giugno 2013

Mercato: Mikel verso il Galatasaray?

Mentre la Nigeria si stava preparando al tanto atteso volo verso il Brasile, alcune testate sportive africane (riprendendo la notizia del sito turco www.fotomac.com.tr) battevano la notizia secondo la quale il centrocampista del Chelsea, Jonh Obi Mikel avrebbe dato la sua parola al Galatasaray per un trasferimento in Turchia.
Il giocatore però, contattato telefonicamente, si è detto a conoscenza dell'interesse del club turco ma allo stesso tempo ha anche confermato di non aver ancora preso una decisione circa il suo futuro.
La sensazione è quella che se Chelsea e Galatasaray trovassero un accordo, il centrocampista delle Super Eagles non sarebbe contrario al trasferimento in una squadra che gli garantirebbe molto probabilmente un posto da titolare, vista anche l'imminente cessione di Felipe Melo al Flamengo. 

giovedì 13 giugno 2013

Confederation Cup 2013: i giocatori nigeriani minacciano di non scendere in campo

Inizia male l'avventura delle Super Eagles nella Confederation Cup 2013:  i giocatori infatti che avrebbero dovuto prendere oggi il volo in direzione Brasile si sono rifiutati di partire.
Dietro a questa clamorosa decisione ci sarebbe (ma non è una novità per il calcio nigeriano) il mancato accorto tra giocatori e federazione circa i premi finora non riconosciuti dopo le recenti partite contro Kenia e Namibia. E non solo, stando alle informazioni che arrivano dall'Africa la Nff avrebbe comunicato di non essere attualmente in grado di poter pagare quanto promesso in vista della Confederation Cup.
Da qui la protesta dei giocatori che ha portato alla mancata partenza per il Brasile. 
Dal quartier generale della Fifa trapela ottimismo e non si esclude che la diplomazia calcistica sia già scesa in campo per mediare e fare un po' di pressione affinchè la situazione non si sblocchi.
Il nuovo arrivo delle Super Eagles in Brasile è previsto per sabato ma c'è da chiedersi come possano fare in in soli due giorni a trovare la giusta condizione psico-fisica per scendere in campo contro Tahiti il prossimo 17 giugno

Super Eagles Italia su Radio Sportiva

A quasi tre anni di distanza dal primo storico approdo su Rtl, Super Eagles Italia è tornata in diretta nazionale su Radio Sportiva
In vista dell'imminente Confederation Cup abbiamo colto l'occasione per fare un breve intervento sullo stato di salute della nazionale nigeriana, delle recente vittoria in Coppa d'Africa e delle giovani promesse. Uno dei nomi gettonati è stato quello di Kenneth Omeruo, interessante difensore classe 1993 del Chelsea che ha giocato nell'ultima stagione in Olanda nel Den Haag, io mi sono permesso di segnalare quello di Oboabona che, manco a farlo apposta, avrebbe regalato pochi minuti più tardi la rete del pareggio nella sfida con la Namibia.
Per i feticisti del calcio nigeriano e per gli amici/parenti che volessero ascoltare la versione integrale del mio intervento (disinvolto come il cemento, come mi hanno fatto notare alcuni), al fondo della pagina trovate il video.
Colgo l'occasione per ringraziare la redazione di Radio Sportiva per la piacevole chiacchierata e per avermi permesso di parlare delle nostre beneamate Super Eagles.




Qualificazioni WC 2014: Namibia - Nigeria 1-1

La Nigeria fallisce il primo match point che avrebbe potuto portarla ai playoff per la qualificazione ai Mondiali 2014 dopo il 2-2 tra Kenia e Malawi.
Merito soprattutto della scarsa precisione sotto porta degli attaccanti nigeriani e di una Namibia tutt'altro che arrendevole e che evidentemente non ha patito l'improvviso cambio di allenatore.
In vista di questa sfida, Keshi ha praticamente confermato la stessa formazione che 7 giorni fa ha battuto il Kenia, con l'unica eccezione di Antony Ujah al posto di Brown Ideye come punta centrale.
La gara non è stata sicuramente delle più entusiasmanti ma la Nigeria avrebbe potuto chiuderla nel primo tempo in numerose occasioni con Musa, Oduamadi e Ujah. Invece sono stati i padroni di casa a portarsi in vantaggio al 77' con una pregevole volèe di Deon Hotto, entrato in campo da pochi minuti. Fortunatamente per Keshi, ci pensava Oboabona a riportare la situazione con un calcio di punizione sul quale il portiere Vries è parso tutt'altro che irreprensibile.
1-1 il risultato finale e discorso qualificazione rimandato a settembre con lo scontro diretto contro il Malawi che si disputerà in Nigeria. Le Super Eagles con due punti di vantaggio avranno a disposizione due risultati su tre.

NAMIBIA: V. Vries, D. Hoaseb, W. Mwandihanga, C. Katjiukua, F. Puriza, P. Shitembi, L. Horaeb, N. Tjiueza, P. Jacob (78' W. Stephanus), L. Kaimbi (69' D. Hotto), T. Shipahu (93' S. Urikhob). ALL. R. Mannetti

NIGERIA: V. Enyeama, U. Echiejile, E. Ambrose, K. Omeruo, G. Oboabona, J. Obi Mikel, O. Onazi, N. Oduamadi (74' J. Ogu), S. Mba (91' F. Ogude), A. Ujah, A. Musa. ALL. S. Keshi

Arbitro: M. Maeruf Kherseed (ERI)
Reti: 77' D. Hotto (NAM), 83' G. Oboabona (NGA)
Ammoniti: L. Kaimbi,  D. Hoaseb (NAM)



martedì 11 giugno 2013

Mondiali under-20: le convocazioni di Obu

Il commissario tecnico della Nigeria, John Obu, ha diramato la lista dei 21 giocatori che prenderanno parte ai mondiali Under-20. L'edizione 2013 di questo torneo giovanile si disputerà in Turchia a partire dal 21 giugno e sarà verosimilmente quella dall'esito più incerto data la contemporanea assenza di Brasile ed Argentina, le due nazioni che hanno collezionato più vittorie.
Le Flying Eagles si presentano ai nastri di partenza con tre soli giocatori che militano nei campionati europei e sono inserite nel girone B con Cuba, Corea del Sud e Portogallo. Proprio con questi ultimi è prevista l'impegnativa gara di esordio, il 21 giugno al Stadio Kadir Has di Kayseri.

Portieri: Samuel Okani (Enyimba), Jonah Usman (ABS FC), John Felegha (Eupen, Belgio).
Difensori: Shehu Abdullahi (Kano Pillars), Moses Orkuma (Lobi Stars), Ikechukwu Okorie (Enyimba), Kingsley Madu (El-Kanemi), Chizoba Amaefule (Dolphins), Wilfred Ndidi (Nath Boys).
Centrocampisti: Agboyi Ovbokha (Bayelsa United), Abduljaleel Ajagun (Dolphins), Christian Pyagbara (-), Uche Agbo (Enyimba), Michael Olaitan (Olympiacos, Grecia).
Attaccanti: Edafe Egbedi (AGF Aarhus, Danimarca), Daddy Moses (-), Chidi Osuchukwu (Dolphins), Umar Aminu (Wikki Tourists), Olanrewaju Kayode (-), Alhaji Gero (Enugu Rangers), Samuel Eduok (Dolphins).

lunedì 10 giugno 2013

Il tecnico della Namibia lascia per minacce

La notizia ha del clamoroso: dopo un mese e mezzo la sua assunzione, il tecnico della Namibia Roger Palmgren ha comunicato alla Nfa le proprie dimissioni. 
Stando al comunicato ufficiale, alla base dell'inattesa decisione ci sono delle gravi minacce di morte rivolte al tecnico svedese e alla sua famiglia.
Il Presidente nella Nfa, ha comunicato che in vista della gara di qualificazione ai mondiali 2014 contro la Nigeria, sulla pachina dei Brave Warriors siederà l'attuale tecnico della nazionale under-20, Ricardo Manetti, coadiuvato da  Ronnie Kanalelo, anch'egli ex giocatore della nazionale namibiana negli anni '90.

venerdì 7 giugno 2013

Confederation Cup 2013: i convocati della Nigeria

Con un po' di ritardo rispetto a tutti gli altri commissari tecnici, Stephen Keshi ha diramato la lista dei convocati per la Confederation Cup che prenderà il via il prossimo 15 giugno in Brasile.
Nessuna sorpresa con la conferma delle esclusioni di Moses e Uche per infortunio e di Yobo per scelta tecnica. 8 i giocatori che militano nel campionato nigeriano, 15 quelli provenienti dalla zona Uefa.
L'esordio della Nigeria è previsto allo stadio Mineirão di Belo Horizonte il 17 giugno contro Tahiti.

 1 Vincent Enyeama (Maccabi Tel Aviv)
 2 Godfrey Oboabona (Sunshine Stars)
 3 Uwa Elderson Echiéjilé (Braga)
 4 John Ugochukwu (Académica de Coimbra)
 5 Efe Ambrose (Celtic)
 6 Azubuike Egwuekwe (Warri Wolves)
 7 Ahmed Musa (CSKA Mosca)
 8 Brown Ideye (Dinamo Kiev)
 9 Joseph Akpala (Werder Brema)
10 Mikel John Obi (Chelsea)
11 Mohammed Gambo (Kano Pillars
12 Solomon Kwambe (Sunshine Stars
13 Fegor Ogude (Vålerenga)
14 Anthony Ujah (Colonia)
15 Michel Babatunde (Kryvbas)
16 Austin Ejide (Hapoel Be'er Sheva)
17 Ogenyi Onazi (Lazio)
18 Emeka Eze (Enugu Rangers)
19 Sunday Mba (Warri Wolves)
20 Nnamdi Oduamadi (Varese)
21 Francis Benjamin (Heartland)
22 Kenneth Omeruo (Chelsea)
23 Chigozie Agbim (Enugu Rangers)

giovedì 6 giugno 2013

EuroEagles #48

Fine settimana decisamente povero di partite giocate a livello di club, causa concomitanti impegni delle nazionali in vista dei mondiali 2014. Si è giocato infatti praticamente solo nei paesi scandinavi e nelle serie inferiori dove segnaliamo la promozioni nella Liga del Villareal di Ike Uche e l'approdo ai playoff del Las Palmas di Macauley Chrisantus.
Venendo al calcio "segnato" andiamo in Finlandia dove continua il bel momento di forma di Babatunde Wusu, a segno per la terza giornata consecutiva. La vittima di questa giornata è stato il Mypa, colpito al 55' da un rapido contropiede concluso dall'attaccante nigeriano con un comodo tap-in.



mercoledì 5 giugno 2013

Qualificazioni WC 2014: Kenia - Nigeria 0-1

Tre punti sofferti e decisivi della Nigeria in vista delle qualificazioni alla fase finale dei Mondiali 2014 contro il Kenia.
Il ct Keshi ottiene così la prima importante vittoria in trasferta da quando siete sulla panchina delle Super Eagles che, grazie al pareggio a reti inviolate tra Malawi e Namibia, tornano al comando del girone F a due giornate dal termine.
Sul difficile (e pessimo, nonostante i recenti lavori di restauro) terreno del Moi International Sports Centre di Nairobi, la Nigeria è scesa in campo con l'ormai consueto 4-3-3 con in pratica la squadra che ha vinto la Coppa d'Africa ad eccezione di Moses infortunato, sostituito da Oduamadi.
Gara molto equilibrata con la Nigeria a fare la partita e il Kenia pronto ad approfittare degli spazi lasciati da un centrocampo decisamente poco reattivo e troppo votato alla fase offensiva. Nella ripresa, complice l'infortunio capitato a Victor Wanyama (talentuoso centrocampista del Celtic e fratello di Mariga del Parma), la Nigeria ha premuto ulteriormente il piede sull'acceleratore non rendendosi però mai troppo pericolosi dalle parti di Ochieng. Non a caso infatti il gol vittoria è arrivato su un estemporaneo rilancio di Ambrose dalla propria trequarti che ha colto impreparata la difesa keniota e ha permesso a Ahmed Musa di superare il portiere avversario con un preciso pallonetto.
L'appuntamento ora è fissato per il 12 giugno quando la Nigeria andrà a fare visita alla Namibia a pochi giorni dalla partenza per il Brasile.

KENIA: D. Ochieng, B. Mandela, M. Ndeto, D. Ochieng (88' A. Murunga), D. Owino, J. Mohammed, V. Wanyama, J. Omolo, F. Kahata, P. Opiyo (76' P. Osiako), K. Aswani (54' S. Waruru). ALL. A. Amrouche.

NIGERIA: V. Enyeama, U. Echiejile, E. Ambrose, K. Omeruo, G. Oboabona, J. Obi Mikel, O. Onazi, N. Oduamadi (87' F. Ogude), S. Mba (57' J. Ogu), B. Ideye (69' A. Ujah), A. Musa. ALL. S. Keshi.

Arbitro: N. Doue (CIV)
Reti: 81' A. Musa (NGA)
Ammoniti: D. Ochieng, M. Ndeto, D. Owino, J. Omolo (KEN), O. Onazi (NGA)



domenica 2 giugno 2013

Amichevoli: Messico - Nigeria 2-2

Pareggio agrodolce per la nazionale nigeriana contro il Messico. In vantaggio di un uomo per più di un'ora, la squadra allenata da Stephen Keshi non ha saputo mantenere la rete del vantaggio e si è fatta raggiungere nel secondo tempo dal Chicarito Hernández.
Al 20' del primo tempo era stato lo stesso attaccante del Manchester United a portare in vantaggio la propria squadra raccogliendo un bel assist di Pablo Barrera.
Pochi minuti più tardi dopo una brillante azione nigeriana, lo stesso centrocampista messicano veniva espulso per aver deviato con la mano a pochi passi dalla propria porta un tiro di Oduamadi. Brown Ideye, con  la consueta freddezza realizzava la rete dell'1-1.
Alla mezz'ora del primo tempo, complici gli spazi lasciati liberi dal Messico, la Nigeria trovava la rete del vantaggio al termine di un'azione avviata da Mba, proseguita da Ambrose sulla fascia destra e conclusa da John Ogu con la decisiva deviazione di Torrado.
Nella ripresa Oduamadi andava vicino alla rete del 3-1 ma la sua conclusione veniva ribattuta dalla traversa e  pochi minuti dopo Hernandez firmava la sua doppietta con una precisa deviazione (in fuorigioco) sotto porta.

MESSICO: J. Corona, F. Rodríguez (46' H. Mier), S. Meza (85' J. Aquino), D. Reyes, A. Guardado (64' Á. Reyna), G. Torrado (46' H. Herrera), C. Salcido, J. Zavala, P. Barrera, A. de Nigris (46' G. Flores), J. Hernández (73' R. Jiménez). All. J. de la Torre.
NIGERIA: A. Ejide (46' V. Enyeama), U. Echiejile, E. Ambrose, K. Omeruo, G. Oboabona, J. Ogu (69' E. Ezeugo), O. Onazi, N. Oduamadi (73' O. Nwachukwu), S. Mba, J. Akpala (46' A. Ujah), B. Ideye (52' M. Babatunde). All. S. Keshi

Arbitro: B. Toledo (USA)
Marcatori: 21', 70' J. Hernández (MEX), 29' B. Ideye, 40' J. Ogu (NGA)
Ammoniti: K. Omeruo, O. Onazi, E. Ezeguo
Espulsi: P. Barrera