venerdì 30 maggio 2014

L'ombra del calcioscommesse su Nigeria-Scozia

Nei giorni precedenti alla gara amichevole tra Nigeria e Scozia la National Crime Agency britannica, osservando un numero elevato di scommesse provenienti dall'Est, aveva avvisato la federazione scozzese circa la possibilità di una combine o quanto meno di un tentativo di manipolare l'incontro.
E chissà cosa avranno pensato gli ispettori quando, su un calcio d'angolo a favore della Scozia, il portiere nigeriano Ejide ha letteralmente buttato la palla nella propria porta. Fortunatamente l'arbitro inglese Lee Probert aveva interrotto l'azione per un fallo sullo stesso estremo difensore, ma le immagini televisive hanno rapidamente fatto il giro del mondo alimentando i sospetti.
Sospetti che troverebbero ulteriori conferme con l'autogol messa a segno da Egwuekwe: solito complottismo o si tratta molto più banalmente di episodi maldestri e sfortunati? Il tecnico Keshi ha tagliato corto e ha bollato le accuse come infondate.
Si aspetta ora una mossa da parte della Fifa che sull'argomento calcio-scommesse è particolarmente sensibile. La Nigeria era finita già in un'occasione nell'occhio del ciclone nel maggio del 2011 all'indomani della larga ed inaspettata vittoria per 4-1 contro l'Argentina.



giovedì 29 maggio 2014

Amichevole: Nigeria-Scozia 2-2

Una rete al 90' di Uche Nwofor ha regalato alla Nigeria il pareggio contro lo Scozia al Craven Cottage di Londra.
Keshi conferma le anticipazioni della vigilia e schiera Ejide in porta con Odunlami, Egwuekwe, Echiejile e il rientrante Yobo in difesa, Joel Obi e Reuben Gabriel a fare da schermo protettivo davanti al quartetto composto da Babatune, Ejike, Ameobi ed Uchebo.
Dopo 10 minuti è la Scozia a portarsi in vantaggio con un rocambolesco gol di Charlie Mulgrew abile e fortunato a deviare una conclusione di Morrison. Il pareggio della Nigeria è arrivato a pochi minuti dal termine del primo tempo con una conclusione di Uchebo. Decisiva anche in questa occasione una deviazione che ha spiazzato il portiere McGregor.
Nella ripresa dopo i soliti cambi, era nuovamente la nazionale britannica a portarsi in vantaggio manco a farlo apposta ancora con una deviazione, questa volta di Egwuekwe, su un cross di Hutton.
Il definitivo 2-2, come detto in apertura è arrivato allo scadere grazie all'attaccante dell'Heerenven lesto e bravo ad insaccare da posizione angolata al termine di un'azione in area iniziata da Oduamadi.
Il prossimo appuntamento sarà per il 3 giugno contro la Grecia all'indomani della data fissata dalla Fifa per comunicare le liste definitive dei giocatori che prenderanno parte ai Mondiali 2014

NIGERIA: Austin Ejide, Kunle Odunlami (75' Efe Ambrose), Azubuike Egwuekwe, Elderson Echiéjilé, Joseph Yobo, Reuben Gabriel, Joel Obi (54' Nosa Igiebor), Michael Babatunde (66' Nnamdi Oduamadi), Uzoenyi Ejike (62' Victor Moses), Shola Ameobi (62' Uche Nwofor), Michael Uchebo (55' Peter Odemwingie). All. Stephen Keshi
SCOZIA: Allan McGregor, Alan Hutton, Gordon Greer, Grant Hanley, Charlie Mulgrew, Andy Robertson (77' Steven Whittaker), Ikechi Anya (84' Steven Whittaker), James Morrison (63' George Boyd), Scott Brown, Shaun Maloney, Steven Naismith (46' Chris Martin). All. Gordon Strachan

Arbitro: Lee Probert (ENG)
Marcatori: 10' Charlie Mulgrew (SCO), 41' Michael Uchebo (NGA), 52' Azubuike Egwuekwe aut. (SCO), 90' Uche Nwofor
Ammoniti: Scott Brown (SCO)



mercoledì 28 maggio 2014

Amichevole Nigeria-Scozia, le ultime dai campi

A poche ore dal calcio d'inizio al Craven Cottage (stadio del Fulham) trapelano le prime informazioni sugli undici che Keshi ha intenzione di schierare contro la Scozia.
Stando ai rumors dovrebbe esserci un ampio turn-over  per permettere al tecnico nigeriano di sciogliere gli ultimi dubbi e testare le condizioni fisiche di alcuni giocatori.
Occhi puntati principalmente su Yobo che dovrebbe partire dal primo minuto tagliando così il traguardo delle 96 presenze con la maglia delle Super Eagles. Accanto a lui dovrebbe giocare il lungo Egwuekwe con Echiejile e Odunlami sugli esterni. A centrocampo torna Joel Obi affiancato da Reuben e da uno tra Ejike e Oduamadi. In attacco Ameobi sarà il riferimento centrale con Babatunde e Uchebo pronti a dargli supporto.

martedì 27 maggio 2014

EuroEagles #94

Mancano pochi giorni all'inizio dei Mondiali e con le nazionali alle prese con i dubbi amletici delle convocazioni, c'è ancora un pezzo di calcio europeo che sta ancora andando avanti.
Questa settimana abbiamo solo una segnalazione che ci permette non solo di scoprire un giocatore nuovo ma anche di approfondire la conoscenza su un campionato a molti sconosciuto. 
Nel caso specifico parliamo della Veikkausliiga, il principale campionato finlandese che come ci segnala Wikipedia, prende il nome della quasi omonima agenzia di scomesse che ha pagato una discreta somma per avere il proprio marchio associato alla Serie A scandinava. 
Il campionato è iniziato da 10 giornate e vede saldamente in testa l'Helsingin Jalkapalloklubi, abbreviato HJK e in Italia semplicemente conosciuto come Helsink vincitore di 26 titoli (gli ultimi 5 consecutivi).
Il giocatore di cui vogliamo parlare questa settimana è Francis Chibuike Nnah, classe 1993 e attaccante del KuPS. Di lui non si sa molto: stando alle informazioni in nostro possesso è cresciuto calcisticamente in Danimarca nella "cantera" del Midtjylland, club danese che nella passata stagione vantava ben 8 giocatori nigeriani tra le proprie fila (Sylvester Igboun per citarne uno).
Il giovane attaccante nigeriano ha firmato la sua prima rete con il club di Kuopio al 95' della gara contro il TPS fissando il risultato sul 3-0.

lunedì 26 maggio 2014

WC 2014: Espn pubblica i poster delle nazionali

Espn FC è da sempre un punto di riferimento per quanto riguarda il calcio fin dagli esordi del 1995 quando si chiamava ancora Soccernet fino al re-brand attuale del 2012.
In vista dei Mondiali 2014, oltre a fornire informazioni, statische, curiosità e quant'altro, ha deciso di avvalersi della collaborazione del grafico brasiliano CrisVector per realizzare una splendida serie di poster dedicata alle 32 nazioni che vi prenderanno parte.
La Nigeria è rappresentata nell'immagine qui accanto con il portiere Vincent Enyeama a fare la parte del protagonista affiancato dagli "inglesi" Victor Moses (alla sua destra) e John Obi Mikel (alla sua sinistra).
Le altre nazioni sono simboleggiate dai principali protagonisti dei Mondiali: quindi Leo Messi per l'Argentina, Cristiano Ronaldo per il portogallo, Mario Balotelli (nella posa scultorea degli Europee 2012) per l'Italia e così via...

venerdì 23 maggio 2014

Mondali 2014 - Il video di presentazione della Nigeria

Tramite il proprio canale su Youtube, la Fifa ha pubblicato, come per tutte le nazionali partecipanti, un video di presentazione delle Super Eagles.

11 minuti di notizie, aneddoti e curiosità impreziosite dalle interviste al tecnico Keshi, ad alcuni giocatori come Enyeama, Mikel e Moses, giornalisti (Ayodele Odumade) e uomini di spettacolo (il conduttore della BBC Peter Okwoche) che ripercorrono la storia calcistica della Nigeria dall'esordio nel 1994 ad oggi.

Si rivedono quindi le immagini dei goal contro la Spagna (1998), Grecia (1994) e ahinoi anche Danimarca (1998)

giovedì 22 maggio 2014

Mondiali 2014 - Il punto della situazione

Mancano 25 giorni all'inizio dei Mondiali della Nigeria e poco più di una settimana al termine per comunicare la lista definitiva dei 23 che partiranno per il Brasile.
3 sono le gare amichevoli nelle quali il tecnico Keshi dovrà chiarirsi le idee: il 28 maggio con la Scozia, il 3 giugno con la Grecia ed infine il 7 giugno con gli Stati Uniti.
L'unica cosa sicura finora sembrano essere il modulo (un 4-4-1-1 che, a seconda degli interpreti, virerà verso un 4-2-3-1) e il pacchetto difensivo con Enyeama in porta e il quartetto Ambrose, Echiejile, Oboabona e Omeruo con Yobo capitano in pectore ma probabilmente destinato alla panchina, un po' proprio come fece Keshi, da giocatore, nel 1994.
Emenike sarà il riferimento offensivo, rimangono da scegliere i partner offensivi: Moses dovrebbe far parte dei titolari, rimane da capire in quale posizione (esterno di sinistra o trequartista), rimangono aperte le porte per Odemwingie, Musa e Olaitan. A centrocampo, Mikel rimane un punto fermo al suo fianco dovrebbero giocare uno tra Onazi e Azeez che tanto bene ha fatto nell'Almeria.

martedì 20 maggio 2014

EuroEagles #93

I Mondiali sono praticamente alle porte e quindi per lasciare il giusto spazio alle nazionali, in questo fine settimana si sono conclusi la maggior parte dei principali campionati europei, con la oramai ben nota eccezione dei paesi del Nord che sfrutteranno fino all'ultimo i preziosi (e pochi) mesi di caldo a loro disposizione.
Iniziamo la rassegna proprio con un nazione scandinava e più precisamente con la Norvegia: nella 9a giornata di Tippeligaen Daniel Chima Chukwu si conferma uno dei giovani più interessanti del campionato grazie alla prima delle due rete con le quali il Molde ha espugnato il campo del Lillestrøm.
In Ucraina, la Dinamo Kiev strappa un posto per la prossima Europa League chiudendo al 4° posto in classifica. Nell'ultimo turno di campionato larga vittoria contro lo Zorye e marcature aperte da Brown Ideye.
Chiusura col botto anche per l'altro grande escluso dalle convocazione, Ike Uche. Anche il Villareal riesce in extremis a qualificarsi per la prossima Europa League avendo vinto lo "spareggio" contro la Real Sociedad (che lo precedeva in classifica di 3 punti). L'attaccante nigeriano ha messo a segno il secondo gol del Submarino amarillo
Chi invece è entrato nella lista dei 30 di Keshi è Victor Obinna. L'attaccante del Chievo non ha vissuto una stagione delle migliori con solo 3 presenze con la Lokomotiv di Mosca e il tutt'altro che irresistibile ritorno in Italia. Tuttavia nell'ultima giornata di Serie A, è stato autore di una doppietta contro la sua ex squadra, l'Inter: prima con una conclusione da posizione defilata, poi con un tiro dal limite sul quale il portiere Carrizo non è stato del tutto esente da colpe.

giovedì 15 maggio 2014

Enyeama vince il Marc-Vivien Foé Award

Enyeama © FIFA
La stagione 2013-2014 di Vincent Enyeama è stata sicuramente la migliore da quando, nel lontano 1999, fece il suo esordio nel calcio professionista con la maglia dell'Ibom Stars.
Tornato a difendere i pali del Lille dopo la breve parentesi del 2011, il portiere della nazionale nigeriana ha battuto il record di imbattibilità stagionale mantenendo la propria porta inviolata per oltre 1000 minuti.
Questi numeri non sono bastati ad aggiudicarsi il premio di miglior gardien de but  della stagione (andato al pari ruolo Sirigu del Psg), ma gli sono valsi il non meno prestigioso trofeo dedicato alla memoria di Marc-Vivien Foé , sfortunato calciatore camerunese tragicamente scomparso nel 2003 durante una gara di Confederation Cup.
Dal 2009 in Francia una giuria composta da 60 giornalisti assegna un riconoscimento (grazie alla sponsorizzazione di Radio France Internationale e France24 TV) al miglior giocatore africano della Ligue 1. In passato il premio era stato vinto da Marouane Chamakh (2009, Gervinho (2010 e 2011), Younès Belhanda (2012) e Pierre-Emerick Aubameyang (2013).





mercoledì 14 maggio 2014

Mondiali 2014: i pre-convocati dell'Iran

Nello stesso giorno del suo collega argentino, il tecnico portoghese dell'Iran Carlos Queiroz ha reso nota la lista dei 28 pre-convocati in vista dei prossimi mondiali. I primi avversari della Nigeria nel girone F hanno portato solo 7  "europei" mentre il blocco è rappresentato da calciatori che militano nel campionato locale quest'anno vinto dal Foolad (rappresentato dal giovane e interessante centrocampista Bakhtiar Rahmani) per pochi punti sul Persepolis. 

Portieri: Davari (Eintracht Braunschweig), Haghighi (Rubin Kazan), Ahmadi (Sepahan), Makani (Foolad Khuzestan).
Difensori: Heidari (Esteghlal), Mahini (Persepolis), “Mehrdad” Beitashour (Vancouver Whitecaps), Montazeri (Umm Salal), Hosseini (Persepolis), Sadeghi (Esteghlal), Khanzadeh (Zob Ahan), Alenemeh (Naft), Beikzadeh (Esteghlal), Hajsafi (Sepahan), Pooladi (Persepolis).
Centrocampisti: Nekounam (Al Kuwait), Teymourian (Esteghlal), Haghighi (Persepolis), Hadadifar (Zob Ahan), Rahmani (Foolad), Jahanbakhsh (NEC Nimègue), Dejagah (Fulham).
Attaccanti: Shojaei (Las Palmas), Khalatbari (Persepolis), Sharifi (Sepahan), Ghoochannejhad (Charlton), Ansarifard (Persepolis), Azmoun (Rubin Kazan).

Mondiali 2014: i pre-convocati dell'Argentina

Anche il tecnico Sabella ha pubblicato la lista dei 30 pre-convocati in vista dei mondiali 2014. Nessuna grossa sorpresa se si esclude quello del "catanese" Rinaudo. Escluso Tevez, il temibile attacco argentino sarà guidato da Messi al cui fianco c'è solo l'imbarazzo della scelta: Higuian, Aguero, Palacio o Lavezzi, senza dimenticare il supporto a centrocampo di Di Maria.
In difesa grande fiducia al duo del Manchester City Demichelis-Zabaleta con Fernandez del Napoli e Campagnaro dell'Inter a garantire solidità.
Insomma per Nigeria, Bosnia e Iran si prospetta un girone F molto proibitivo, la speranza per le Super Eagles è quella di arrivare a giocare la sfida del 25 giugno con l'Argentina già qualificata...

Portieri: Romero (Monaco), Orion (Boca Juniors) e Andujar (Catania).
Difensori: Zabaleta (Man. City), F. Fernandez (Napoli), Basanta (Monterrey), Garay (Benfica), Rojo (Sporting Lisbona), Campagnaro (Inter), Otamendi (Atl. Mineiro), Demichelis (Man. City), Mercado (River Plate), Lopez (Getafe).
Centrocampisti: Mascherano (Barcellona), Gago (Boca Juniors), Banega (Newell’s), Di Maria (Real Madrid), Biglia (Lazio), Maxi Rodriguez (Newell’s), Alvarez (Inter), A. Fernández (Celta Vigo), Pérez (Benfica), Sosa (Atl. Madrid), Rinaudo (Catania).
Attaccanti: Lavezzi (Psg), Palacio (Inter), Higuain (Napoli), Aguero (Man. City), Messi (Barcellona), Di Santo (Werder Brema).

martedì 13 maggio 2014

EuroEagles #92

Se il fine settimana calcistico dei giocatori nigeriani sparsi per l'Europa fosse un libro, il titolo sarebbe sicuramente "La rivolta degli esclusi". Spulciando infatti i tabellini dei marcatori troviamo parecchi nomi che non figurano invece nella lista dei 30 pre-convocati per i mondiali 2014.
Iniziamo la rassegna dalla Danimarca dove nonostante la sconfitta con il Brøndby, Sylvester Igboun è stato uno dei pochi a salvarsi tra le fila del Midtjylland realizzando l'unica rete nel 3-1 finale.
Nella vicina Svezia si è giocato anche in settimana e nell'8a giornata di Allsvenskan Kennedy Igboananike ha regalato all'Aik la rete del definitivo 2-2 con l'Halmstad proprio allo scadere. Nella 9a giornata è stato invece John Owoeri ad andare a segno. L'ex vice-campione del Mondo under-20 (nel 2005 prese parte alla storica competizione realizzando una rete nei quarti di finale contro l'Olanda..) ha realizzato il gol vittoria nella sfida tra Åtvidaberg e Häcken.
Nel campionato ucraino, Brown Ideye ha risposto a modo suo all'esclusione dai mondiali firmando su calcio di rigore la seconda delle due reti con le quali la Dinamo Kiev ha avuto la meglio dell'Illychivets Mariupol.
Analogo discorso anche per l'esterno offensivo dello Schalke 04, Chinedu Obasi, il giocatore che forse i tifosi nigeriani più di tutti avrebbero voluto vedere in campo in Brasile. Suo l'ultimo gol che chiude la Bundesliga 2013-2014 per il club di Gelsenkirchen nel 4-1 contro il Norimberga. Per non essere da meno, anche Ike Uche ha voluto a suo modo dire la sua sulla mancata convocazione. L'attaccante del Villareal ha aperto le marcature al 22' del primo tempo nella gara stravinta dal submarino amarillo contro il Rayo Vallecano.
Chiudiamo con un giocatore che tanto ha dato alla nazionale nigeriana (25 presenze divise tra due mondiali, tre coppe d'Africa e le recenti qualificazioni). Con la doppietta all'Akhisar, John Utaka arriva a quota 9 gol: non male per la prima stagione nel campionato turco, ma evidentemente non abbastanza per convincere il tecnico Keshi.

venerdì 9 maggio 2014

Ranking Fifa Maggio 2014


Continua il trend leggermente positivo per la Nigeria all'interno del rankink Fifa. Nel mese di maggio infatti è stata infatti una delle poche nazionali del continente africano ad aver guadagnato posizioni passando dalla 45a alla 44a merito o demerito (a seconda dei punti di vista) del parallelo calo dell'Ungheria.
Per quanto riguarda la Caf rimane quindi tutto invariato con la Costa d'Avorio sempre al comando seguita a breve distanza da Egitto ed Algeria. Più staccato il Ghana seguito da Capo Verde.

giovedì 8 maggio 2014

EuroEagles #91

Edizione eccezionalmente pubblicata di giovedì, sia per il clamore suscitato dalle pre-convocazioni sia soprattutto per permettere la conclusione delle giornate di alcuni campionati europei come Italia e Francia.
Iniziamo la nostra rassegna dai paesi del Nord Europa e questa settimana dalla Norvegia con la Tippeligaen giunta alla 7a giornata. 5° gol stagionale per Aaron Olanare. Il giovane attaccante (aveva pochi giorni quando la Nigeria debuttava nei mondiali di Usa '94) ha realizzato il gol vittoria in Sarpsborg 08-Sandnes Ulf.
In Belgio un altro giovane attaccante è andato a segno, Imoh Ezekiel nella sfida vinta dallo Standard Liegi contro lo Zulte-Waregem, gol che però non deve aver convinto il tecnico Keshi a portarlo ai mondiali 2014.
Chi invece ha festeggiato la pre-convocazione sono stati Peter Odemwingie e Shola Ameobi. Entrambi i giocatori hanno aperto le marcature nelle gare rispettivamente vinte contro Fulham (4-1) e Cardiff City (3-0).
Nella Ligue 2 francese continua inesorabile la lenta agonia del CA Bastia. Nonostante l'ultimo posto e la retrocessione aritmetica, ci pensa sempre il solito Sunday Mba ad alleviare parzialmente le pene dei supporter corsi. Il centrocampista nigeriano, fresco anche lui di convocazione da parte di Keshi ha firmato la sua quarta rete dall'arrivo nel campionato francese a gennaio.
Rimaniamo nei campionati cadetti per la terza rete consecutiva di Anthony Ujah. L'attaccante conferma il suo splendido momento di forma aprendo le marcature nella gara Colonia-Sankt Pauli
Nella serie b italiana, derby "nigeriano" tra la Reggina di Daniel Adejo e lo Spezia di Osariemen Ebagua vinto da quest'ultimo con un sua rete al 12° del primo tempo. In Ucraina lo Shakhtar Donetsk si appresta a vincere il suo ennesimo titolo e il Metalist Kharkiv tiene accese le speranze di raggiungere il secondo posto (valido per i preliminari di Champions) grazie all'1-1 otttenuto contro il Chornomorets Odessa. La rete del pareggio è stata messa a segno da Ayila Yussuf, da poco entrato in campo.
Nella Liga spagnola emozioni in zona Cesarini: il Granada è riuscito infatti a raggiungere in extremis il pari contro la Real Sociedad grazie ad una rete al 90° di Odion Ighalo. Allo stesso minuto è arrivato anche il gol vittoria dell'Almeria sul Real Betis messo a segno da Ramon Azeez che curiosamente aveva realizzato l'altra sua unica rete in campionato nella gara di andata sempre contro il club andaluso.
Chiudiamo la lunga rassegna di questa settimana con un altro gol realizzato nei minuti di recupero. Siamo in Turchia e più precisamente a Rize dove Godfrey Oboabona ha riequilibrato le sorti della gara contro il Sivasspor

mercoledì 7 maggio 2014

Ufficiale: i 30 pre-convocati della Nigeria per i Mondiali 2014

La notte ha portato consiglio e così Keshi ha finalmente diramato la lista dei 30 giocatori dai quali usciranno i 23 che prenderanno parte ai prossimi mondiali.
Come era facilmente prevedibile non sono mancate sorprese che hanno dato il via ad altrettanto comprensibili polemiche.

Questi sono i nomi:

Portieri: Vincent Enyeama (Lilla/Fra) , Austin Ejide (Hapoel Be'er Sheva/Isr), Chigozie Agbim (Gombe United), Daniel Akpeyi (Warri Wolves)
Difensori: Elderson Echiejile (Monaco/Fra), Juwon Oshaniwa (Ashdod/Isr), Efe Ambrose (Celtic/Sco), Godfrey Oboabona (Çaykur Rizespor/Tur), Azubuike Egwuekwe (Warri Wolves), Kenneth Omeruo (Middlesbrough/Ing), Joseph Yobo (Norwich/Ing), Kunle Odunlami (Sunshine Stars)
Centrocampisti: John Mikel Obi (Chelsea/Ing), Ogenyi Onazi (Lazio/Ita), Ramon Azeez (Almeria/Spa), Ejike Uzoenyi (Enugu Rangers), Sunday Mba (CA Bastia/Fra), Gabriel Rueben (Waasland-Beveren/Bel), Nosa Igiebor (Real Betis/Spa), Joel Obi (Parma/Ita), Michael Uchebo (Cercle Brugge/Bel)
Attaccanti: Ahmed Musa (Cska Mosca/Rus), Shola Ameobi (Newcastle/Ing), Victor Moses (Liverpool/Ing), Emmanuel Emenike (Fenerbahce/Tur), Victor Nsofor Obinna (Chievo/Ita), Peter Osaze Odemwingie (Stoke City/Ing), Michael Babatunde (Volyn Lutsk/Ucr), Nnamdi Oduamadi (Varese/Ita), Nwofor Uche (Heerenveen/Ola).

Notiamo fin da subito la presenza dello storico capitano Yobo e soprattutto di Odemwingie, che torna a vestire la maglia delle Super Eagles dopo anni nei quali non sono mancate polemiche e litigi vari sia con il tecnico stesso, sia con la federazione. Tornano anche i nomi di Babatunde, Mba e Oduamadi che avevano saltato i recenti appuntamenti, cosè come Reuben Gabriel del Beveren e di Joel Obi del Parma che in questa stagione hanno racimolato pochi minuti di gara.

I tifosi sono tuttavia letteralmente impazziti per le assenze, alcune a dir poco clamorose come Obasi dello Schalke 04, Ogu dell'Academica, Ideye della Dinamo Kiev e il giovane talento dello Standard Liegi Imoh Ezekiel a lungo conteso con la federazione belga, convocato infine nella gara amichevole con il Messico e lasciato a casa.

Su alcuni siti e nei vari forum di appassionati circola spesso il nome di Tony Harris, procuratore inglese molto vicino a Keshi e agente tra gli altri di Reuben Gabriel, Nwofor Uche e Michael Uchebo...


martedì 6 maggio 2014

Mondiali 2014: i pre-convocati della Bosnia

Mentre il tecnico Keshi ha ancora la testa affollata da mille pensieri, il suo pari ruolo bosniaco Safet Sušić ha sciolto le riserve e ha diramato l'elenco dei 24 pre-convocati in vista dei Mondiali 2014.
I prossimi avversari della Nigeria (inseriti con Argentina e Iran nel girone F) sono guidati dalle stelle Dzeko e Ibisevic e dagli "italiani" Lulic e Pjanic.
Non mancano ovviamente anche nella neonata nazione le prime polemiche visto che il tecnico ha convocato il nipote Tino, giocatore dell'Hajduk Spalato al posto del più quotato Adnan Zahirovic del Bochum...

1. Asmir Begovic (Stoke City);
2. Asmir Avdukic (Borac Banjaluka);
3. Jasmin Fejzic (Aalen);
4. Muhamed Besic (Ferencvaros);
5. Emir Spahic (Bayer Leverkusen);
6. Avdija Vrsajevic (Hajduk Spalato);
7. Sead Kolasinac (Schalke);
8. Ermin Bicakcic (Eintracht Braunschweig);
9. Ervin Zukanovic (Zeljeznicar Sarajevo);
10. Mensur Mujdza (Friburgo);
11. Toni Sunjic (Zorya Luhansk);
12. Ognjen Vranjes (Sanica Boru Elazigspor);
13. Miralem Pjanic (Roma);
14. Senijad Ibricic (Kayseri Erciyesspor);
15. Senad Lulic (Lazio);
16. Zvjezdan Misimovic (Guizhou Renhe);
17. Sejad Salihovic (Hoffenheim);
18. Haris Medunjanin (Gaziantepspor);
19. Izet Hajrovic (Galatasaray);
20. Edin Dzeko (Manchester City);
21. Vedad Ibisevic (Stoccarda);
22. Edin Visca (Buyuksehir Belediyespor);
23. Anel Hadzic (Sturm Graz);
24. Sven Tino Susic (Hajduk Spalato).

lunedì 5 maggio 2014

I dubbi amletici di Keshi

Immaginatevi il tecnico nigeriano vestito con un calzamaglia e con un teschio in mano pronunciare le celeberrima frase: "Essere o non essere"?
Senza stare a scomodare William Shakespeare non devono essere pochi i dubbi che passano per la testa di Keshi se, nonostante i proclami, la lista di 38 giocatori pre-pre-convocati in vista dei Mondiali 2014 tarda ad arrivare ed anzi forse mai arriverà.
Stando alle solite malelingue il motivo del ritardo sarebbe il mancato accordo tra tenico e federazione su alcuni nomi. Il tecnico rivendicherebbe le proprie scelte, mentre la Nff vorrebbe qualche "star" inizialmente tenuta fuori.
Non si sa quanto ci sia di vero, ma entrambi hanno immediatamente smentito affermando l'assoluta indipendenza dei ruoli e il comune obiettivo di fare il meglio per il paese.
Diciamo che aldilà delle voci di corridio il sospetto rimane, ma per scoprire le prime scelte (che a questo punto saranno ridotte direttamente a 30 e consegnate alla Fifa) non rimane altro che aspettare poche ore...