mercoledì 29 aprile 2015

EuroEagles #134

Edizione settimanale leggermente posticipata a causa di un turno infrasettimanale che ha coinvolto alcuni campionati europei. Tempo anche di primi verdetti come le promozioni del Watford di Odion Ighalo e del Carpi di Jerry Mbakogu.
Iniziamo come solito dalla Scandinavia e più precisamente dalla Norvegia dove nella 4a giornata il Viking è stato travolto dal Rosenborg per 4-1. L'unica rete dei padroni di casa è stata messa a segno dal giovane Suleiman Abdulahi, attaccante classe 1996 che fa il suo debutto su queste pagine, sperando ovviamente sia solo il primo di una lunga serie di appuntamenti.
Nella vicina Svezia "doppietta" per John Owoeri a segno sia nella 5a sia nella 6a giornata nelle partite rispettivamente persa e pareggiata dal suo Åtvidaberg contro Hammarby (2-1) e Aik (1-1).
Traferiamoci ora in Serbia dove nella 25a giornta il Mladost Lučani è uscito confitto per 3-1 nella sfida con il Rad Belgrado nonostante l'iniziale vantaggio firmato da Patrick Friday Eze.
In Scozia il campionato è entrato nella fase finale riservata alle 6 squadre meglio piazzate, tra queste ovviamente il Celtic capolista e l'Inverness che perso la prima gara in casa contro l'Aberdeen per 1-2 nonostante la 4a rete di Edwarf Ofere.
Playoff e playout anche in Israele dove l'Hapoel Tel Aviv ha pareggiato contro l'Hapoel Ra'anana per 2-2 grazie alla rete all'89° di Abonima Boniface Izuegbu un altro volto nuovo di questa rubrica. Classe 1994, difensore (come il connazionale Francis Benjamin) ex giocatore del Sharks F.C. e selezionato come riserva nel recente Campionato delle nazioni africane.
Chiudiamo con la Lig A turca, dove Nduka Ozokwo non è riuscito ad impedire la sconfitta per 3-1 del suo Adanaspor contro il Boluspor nella 29a giornata. Anche per il 27enne attaccante si tratta dell'esordio su EuroEagles, meglio tardi che mai..

venerdì 24 aprile 2015

Ufficiale: Nike vestirà la Nigeria


Dopo l'addio all'Adidas le nazionali nigeriane torneranno a vestire Nike. È di ieri infatti l'annuncio che il colosso americano e la Nff hanno firmato un accordo della durata di 3 anni e mezzo e che coinvolge tutte le squadre di calcio nazionali nigeriane. 
Per Nike si tratta di un ritorno visto che in passato ha già vestito la Nigeria durante la storica vittoria ai giochi olimpici del 1996 e fino al 2004 con le controverse divise "fluo" viste anche durante i mondiali nippo-coreani.
L'esordio delle nuove divise è previsto per la fine di maggio ai Mondiali under-20 e Nike ha già comunicato che esclusivamente per il prossimo anno sarà basata su un template "base" ossia uno di quelli a catalogo della stagione 2015-2016.


mercoledì 22 aprile 2015

Keshi torna (di nuovo) sulla panchina delle Super Eagles


La notizia era nell'aria da settimane (per non dire mesi) ed ora è arrivata l'ufficialità: Stephen Keshi è ufficialmente il nuovo allenatore della Nigeria. 
Per Keshi si tratta della terza volta dopo il primo periodo coinciso con la vittoria della Coppa d'Africa del 2013 e il secondo turbolento (e polemico) mandato concluso con la mancata qualifica all'edizione 2015.
Come effetto immediato è stato rimosso dal proprio incarico Daniel Amokachi, suo storico collaboratore che ha guidato ad interim le Super Eagles in questi ultimi mesi. Al suo posto è stato nominato Salisu Yusuf, ex allenatore tra le altre di Kano Pillars e Enymba e collaboratore di Siasia.
Per non far mancare nulla alla già ricca saga che vede coinvolti la Nff e Keshi, si era sparsa la voce che la federazione, stanca dei continui tira e molla con il tecnico (e con i suoi avvocati che si erano presi un po' di tempo per studiare i dettagli del contratto) avesse deciso di abbandonare la trattativa la cui conclusione era inizialmente prevista per venerdì. La stessa federazione era dovuta intervenire con un comunicato ufficiale sul suo sito. Poi nella serata di ieri si è arrivati finalmente alla tanto attesa firma...

martedì 21 aprile 2015

EuroEagles #133

Eccoci tornati come (quasi) ogni martedì all'appuntamento con la nostra rubrica che si occupa dei calciatori nigeriani che militano nei principali campionati europei, campionati che sono appena iniziati come nel caso dei paesi scandinavi o che stanno entrando nella loro fase decisiva. Tempo anche di coppe nazionali e più avanti vedremo come un giocatore nigeriano si è reso protagonista in prestigioso torneo.
Iniziamo come di consueto dal nord Europa e più precisamente dalla Superligaen danese dove a 8 giornate dal termine, con 11 punti di vantaggio, il Midtjylland si avvia senza troppi patemi alla conquista del titolo. Nell'ultimo turno la vittoria con il Silkeborg è arrivata al 73' per merito di Rilwan Hassan alla terza rete stagionale, la prima nel 2015.
In Olanda l'SC Cambuur è riuscito proprio in extremis ad agguantare il pari contro l'Excelsio grazie a Bartholomew Ogbeche al terzo minuto di recupero
Dopo un lungo stop per un problema al ginocchio, Jerry Mbakogu è tornato finalmente a vestire la maglia numero 10 del Carpi e ha contributo a suo modo (ovvero con un gol) alla vittoria per 3-0 contro il Brescia che proietta la squadra emiliana verso la matematica promozione in serie A e l'attaccante nigeriano forse verso altri lidi (si parla dei "vicini di casa" del Sassuolo e addirittura di qualche big europea...)
Entra nel vivo anche la Championship inglese che vede un gruppo di 4 squadre giocarsi i due posti che valgono la promozione diretta in Premier League. Trascinato dai gol di Ighalo, al primo posto troviamo il Watford che nel turno infrasettimanale ha espugnato il campo del Nottingham Forest. Ad aprire le marcature al 4' è stato proprio l'attaccante nigeriano di proprietà dell'Udinese.
Chiudiamo con la piccola impresa dell'Inverness che nella semifinale di Scottish Cup è riuscito ad eliminare il Celtic ai tempi supplementari per 3-2 grazie anche alla rete di Edward Ofere al 96'. In finale ora se la vedranno con il Falkirk, squadra di First Division (la nostra serie B..)



martedì 14 aprile 2015

EuroEagles #132

Finalmente ci siamo tutti! Con la prima giornata della Veikkausliiga 2015 tutti i principali campionati europei sono finalmente iniziati o ripresi e così per gli amanti dei numeri possiamo dire che sono 120 i giocatori nigeriani seguiti in 22 nazioni per un totale di 27 campionati. Visto che quindi di carne al fuoco ce n'è tanta, non perdiamo tempo in ulteriori chiacchiere e andiamo subito a vedere quello che è successo nel fine settimana non prima di ricordare che dopo i fatti di cronaca della scorsa settimana la Süper Lig turca è stata sospesa per una giornata.
Per dovere di ospitalità iniziamo la rassegna proprio dalla Finlandia con due novità: la prima è Michael Ibiyom, attaccante classe 1993 del RoPS che ha non è riuscito ad impedire la sconfitta per 3-1 contro i campioni in carica dell'HJK. Ancora più giovane la rete realizzata dall'altro giocatore nigeriano. Stiamo parlando di Philip Njoku, attaccante di soli 19 anni in forza all'Inter Turku andato a segno nell'1-1 contro l'SJK.
Nella vicina (si fa per dire) Svezia si è giocato un turno infrasettimanale che ha visto la prima rete in campionato per John Owoeri nella sfida persa dal suo Åtvidaberg contro GIF Sundsvall.
Continuano i playoff nel campionato belga e dopo un periodo di leggera flessione, Imoh Ezekiel è finalmente tornato ai livelli che abbiamo imparato a conoscere su queste pagine realizzando una doppietta tra il 21° e il 58° della gara di cartello della Pro League contro l'Anderlecht vinta per 3-1. Per l'attaccante nigeriano si tratta della quarta rete dopo il ritorno in prestito dall'Al-Arabi SC.

venerdì 10 aprile 2015

Ranking Fifa Aprile 2015


Complici la sconfitta interna con l'Uganda e il pareggio con il Sudafrica, la Nigeria ha perso qualche posizione nel ranking Fifa per nazioni del mese di aprile.
Le Super Eagles scendono in fatti dalla 41a  alla 45a posizione venendo scavalcati anche dalla Guinea (41).
Il podio africano vede anche questo mese saldamente al comando l'Algeria (21) seguita da Costa d'Avorio (23) e Ghana (26)


giovedì 9 aprile 2015

Qualificazioni Coppa d'Africa 2017: la Nigeria pesca l'Egitto


Sorteggio agrodolce per la Nigeria in vista della qualificazioni per la fase finale della Coppa d'Africa 2017. Dalle urne del Marriott Hotel de Il Cairo le Super Eagles teste di serie nel girone G hanno pescato i "padroni di casa" dell'Egitto, attualmente inserite in seconda fascia, ma sicuramente uno degli avversari più temuti a livello continentale. Decisamente più abbordabili gli altri due impegni contro Tanzania e Chad. Saranno proprio questi ultimi a inaugurare le qualificazioni a giugno. 13 complessivamente i gironi i cui vincitori andranno ad aggiungersi al Gabon, nazione ospitante. Gli ultimi due posti saranno presi dalle due migliori seconde.

mercoledì 8 aprile 2015

Il Gabon ospiterà la Coppa d'Africa 2017


Algeria e Ghana dovranno aspettare. Dopo la rinuncia della Libia per i ben noti fatti di cronaca, ll Comitato Esecutivo ha deciso infatti che la Coppa d'Africa 2017 si disputerà in Gabon che nel 2012 aveva già ospitato la manifestazione in collaborazione con la Guinea Equatoriale. In quell'edizione, vinta dallo Zambia, la Nigeria mancò quasi clamorosamente la qualificazione scatenando vibranti proteste che portarono all'esonero dell'allora tecnico Siasia e all'arrivo in panchina di Keshi che da lì ad un anno avrebbe portato la vittoria alle Super Eagles.

martedì 7 aprile 2015

EuroEagles #131

Bentornati a tutti dopo le brevi vacanze pasquali. L'uovo ci ha portato una gradita sorpresa, ovvero il ritorno, o meglio, l'inizio di ben due campionati: la Tippeligaen norvegese orfana di Daniel Chima volato in Cina durante la sessione di mercato invernale e la Svezia che ha visto uno dei suoi attaccanti più prolifici Kennedy Igboananike passare nella Major League e più precisamente a Chicago dove però per ora ad un mese circa dall'inizio del campionato non ha ancora lasciato il segno.
Torniamo però in Europa e iniziamo la nostra rassegna dal Belgio dove si stanno già disputando i complessi quanto affascinanti play-off: senza entrare nel merito del calcolo di punteggio, in sintesi le prime 6 classificate disputano un mini campionato per aggiudicarsi il titolo, le squadre dal 7° al 14° posto si contendono un piazzamento in Europa League, mentre le ultime due disputeranno i play-out per non retrocedere. Il Gent si è aggiudicata la prima partita per 2-0 contro il Kortrijk. La seconda rete è stata realizzata da Moses Simon, sicuramente uno dei calciatori nigeriani più in forma come testimonia la recente convocazione con la maglia delle Super Eagles.
La ricca parentesi inglese ci porta in prima battuta in Premier League dove Victor Anichebe con la sua rete non è riuscito ad impedire la sconfitta del Wba contro il Qpr per 1-4. Nella Championship doppia gioia per Odion Ighalo andato a segno nel fine settimana contro il Derby County e nel successivo turno infrasettimanale contro il Middlesbrough del connazionale Kenneth Omeruo.
Chiudiamo con la Turchia dove tra un colpo di fucile e l'altro è andata in scena la 26a giornata che ha visto la prima rete nell'anno solare 2015 per John Utaka. L'ex attaccante del Montpellier nonostante la recente passione per il cinema è tornato a fare quello che per ora gli riesce meglio, cioè i gol come quello realizzato contro l'Eskisehirspor che ha permesso al Sivasspor di vincere per 3-1.